Alcaraz: "Colpa della tensione. Sei sempre più nervoso quando affronti Djokovic"

I crampi hanno impedito ad Alcaraz di competere fino all'ultimo scambio contro Djokovic

by Antonio Frappola
SHARE
Alcaraz: "Colpa della tensione. Sei sempre più nervoso quando affronti Djokovic"

I crampi hanno impedito a Carlos Alcaraz di competere fino all’ultimo punto nella partita più attesa della stagione. Lo spagnolo era riuscito a recuperare il set di svantaggio, ma a inizio terzo parziale si è improvvisamente fermato a causa dei crampi.

Un problema che gli è costato prima un turno di battuta perso senza giocare per le regole legate a questo tipo di inconvenienti; poi la partita, perché lo spagnolo non ha lasciato il campo solo per onorare l’impegno.

Sarà quindi Novak Djokovic ad avere la possibilità di conquistare il Roland Garros la prossima domenica. Alcaraz dovrà sicuramente indagare sui motivi che gli hanno sbarrato la strada nel momento più importante del torneo.

Alcaraz: "Sono deluso. Avevo i crampi in ogni parte del corpo"

“È stata davvero dura per me. Sono deluso dal fatto sia capitata una cosa del genere in una partita come questa. Arrivavo a questo match con grande emozione, mi sentivo bene fisicamente.

Poi ho avuto i crampi alla fine del secondo set e all'inizio del terzo, è stato davvero deludente" , ha spiegato Alcaraz in conferenza stampa. "I primi due set sono stati molto, molto intensi, e ho iniziato ad avere crampi al braccio.

All'inizio del terzo set ho iniziato ad avere crampi in ogni parte del corpo, non solo nelle gambe. Anche le braccia, ogni parte delle gambe. Penso sia colpa della tensione. Scambi lunghi, due set intensi, drop shot. È una combinazione di molte cose.

Ma la cosa principale è stata la tensione che ho avuto nel corso dei primi due set. Devi imparare da queste partite e fare esperienza. Farò in modo che non accada di nuovo. Non è facile giocare contro Novak.

Ovviamente parliamo di una leggenda del nostro sport. Se qualcuno dice che entra in campo senza tensione quando affronta Novak, mente. Sei sempre teso in una semifinale Slam; ancora di più quando giochi contro Novak. Non volevo ritirarmi, sarebbe stato ancora più deludente. Non ho mai provato queste sensazioni. Non ho mai provato una tensione simile" . Photo Credit: Getty Images

Alcaraz
SHARE