Ferrero: "Alcaraz crede di poter battere Djokovic. Ora sono i migliori al mondo"

Il campione Slam ha parlato della sfida tra i due in semifinale a Parigi: in palio la finale Slam e la vetta del ranking

by Martina Sessa
SHARE
Ferrero: "Alcaraz crede di poter battere Djokovic. Ora sono i migliori al mondo"

Quello tra Carlos Alcaraz e Novak Djokovic è il match più atteso di questo Roland Garros. I due campioni Slam rimasti nel tabellone maschile si giocheranno tutto nella semifinale dell’Open di Francia: un passo verso il titolo Slam e un passo per la vetta del ranking.

I due, che si sono alternati come numeri uno del mondo in questo 2023, hanno un solo precedente: semifinale del torneo di Madrid nel 2022, vinta dal giovane spagnolo in rampa di lancio. Potrà essere un vantaggio per il detentore del titolo degli Us Open? A rispondere questa domanda c’è Juan Carlos Ferrero, il suo coach.

“Non credo che ci sia vantaggio. Penso che entrambi i giocatori siano forse i migliori al mondo in questo momento. Novak ha l'esperienza per giocare questo tipo di partite, più di Carlos, ma allo stesso tempo Carlos vuole davvero giocare questo tipo di partite.

Stava davvero cercando questa partita sin dall’inizio, siamo stati pazienti al riguardo. Una volta che la possibilità si è palesata, penso che lui sia pronto. Si è preparato per questo tipo di momenti, per essere lì e provare a fare la storia passo dopo passo.

Vuole farlo, ma ovviamente sappiamo che Novak darà assolutamente il massimo. Come ho detto, Carlos crede molto in se stesso e crede di poter battere Novak. Poi vedremo. Penso che entrambi abbiano un livello incredibile”, ha detto il vincitore del Roland Garros.

Il mindset di Alcaraz

Una sfida a suon di colpi e una sfida sui nervi. Sulla mentalità di Carlos Alcaraz in vista di questa super semifinale, Juan Carlos Ferrero non vuole rivelare tutto: l'obiettivo, però, è evidente, ovvero essere preparato per la sfida.

“Non posso dirti tutto. Deve essere preparato. Conosciamo molto Novak e proveremo ad analizzare alcune situazioni tattihe. Sì, ma come ho detto, penso che Carlos sia assolutamente pronto. Lui vuole giocare la partita, e i piccoli dettagli non posso rivelarteli”, ha detto sorridendo il campione Slam spagnolo. Photo credits: EFE

Alcaraz
SHARE