Carlos Alcaraz: "Mi sento molto bene. Non mi considero il favorito del torneo"

Il tennista spagnolo ha subito recuperato da un problema muscolare

by Giuseppe Di Lauro
SHARE
Carlos Alcaraz: "Mi sento molto bene. Non mi considero il favorito del torneo"

Carlos Alcaraz è pronto a scendere in campo al primo 1000 della stagione ad Indian Wells. Il tennista spagnolo si è ripreso praticamente in tempi record ed attende ora di sapere chi sarà il suo primo avversario al secondo turno tra Thanasi Kokkinakis e Brandon Holt.
Il giovane murciano ha quindi rassicurato tutti sulla sua condizione fisica "Mi sento molto bene in questo momento” -debutta il vincitore degli ultimi Us Open- “E’ stato il primo allenamento in cui ho potuto allenarmi con alcuni tennisti, abbiamo giocato alcuni punti e mi sono sentito bene.

Ho preso qualche giorno di riposo e mi ha fatto molto bene. Mi sento pronto”. Sull’obiettivo di tornare numero uno al mondo "È una grande sfida per me, ovviamente, ma sappiamo tutti quanto sia difficile vincere un torneo Masters 1000.

Voglio davvero ottenere un buon risultato qui, ho amato questo posto da quando l'ho scoperto per la prima volta. Per me vincere il torneo e tornare al numero 1 del mondo sarebbe un obiettivo incredibile, quindi ci proverò".

Carlos Alcaraz non si considera il favorito del torneo

Alcaraz ha parlato anche della competitività in questo 1000 americano "Penso di essere un ottimo giocatore quando gareggio sui campi in cemento, quindi vado sempre con l’obiettivo di vincere.

Tuttavia, non mi considero il favorito per la vittoria di questo torneo, perché è passato molto tempo dall'ultima volta che ho gareggiato su questa superficie. Inoltre, ci sono molti altri giocatori nel sorteggio che avranno la loro occasione.

Sono sicuro che anch'io avrò la mia, quindi cercherò di approfittarne”. Carlos Alcaraz, nonostante i suoi 19 anni, ha già messo in bacheca sette titoli Atp di cui uno slam e due masters 1000. Ricomincia per lui, quindi, la rincorsa a Novak Djokovic e quindi alla prima posizione del ranking mondiale.
Per ritornare a ricoprire questa posizione, il tennista murciano avrà bisogno di vincere obbligatoriamente il torneo californiano in quanto la passata stagione arrivò in semifinale quando fu poi sconfitto dal suo connazionale Rafael Nadal.

Carlos Alcaraz
SHARE