La curiosa scelta di Carlos Alcaraz prima degli Australian Open 2023



by   |  LETTURE 2343

La curiosa scelta di Carlos Alcaraz prima degli Australian Open 2023

Carlos Alcaraz ha dimostrato di essere un predestinato. Il giovane spagnolo, che aveva battuto Stefanos Tsitsipas agli US Open 2021, è letteralmente esploso nel 2022 conquistando gli US Open e diventando il più giovane numero 1 nella storia del tennis maschile.

Il 19enne di Murcia ha impreziosito la sua stagione vincendo anche due Masters 1000 (Miami e Madrid) e altrettanti ATP 500 (Rio e Barcellona). Il pupillo di Juan Carlos Ferrero ha lasciato tutti a bocca aperta quest’anno, togliendosi persino lo sfizio di battere due mostri sacri come Rafael Nadal e Novak Djokovic (durante il Mutua Madrid Open).

Il rendimento di ‘Carlitos’ è leggermente calato nell’ultima parte della stagione, complice anche qualche infortunio. L’iberico ha dovuto rinunciare alle ATP Finals di Torino e alle finali di Coppa Davis a Malaga a causa di uno strappo agli addominali.

Nonostante abbia ripreso ad allenarsi da poche settimane, Alcaraz ha partecipato all’esibizione di Abu Dhabi. Il numero 1 ATP ha palesato una condizione ancora non ottimale, rimediando due sonore sconfitte per mano di Andrey Rublev e Casper Ruud.

La scelta di Carlos Alcaraz

Alcaraz non parteciperà ad alcun torneo ufficiale prima degli Australian Open 2023, che si svolgeranno a Melbourne Park dal 16 al 29 gennaio. Carlos prenderà parte soltanto al ‘Kooyong Classic', l’esibizione che andrà in scena dal 10 al 12 gennaio.

“Ho deciso di sacrificare i tornei di inizio anno per arrivare agli Australian Open in perfetta forma” – ha confidato Alcaraz. “È per questo che giocherò soltanto il Kooyong Classic. Lavorerò sodo per migliorare la mia condizione ed essere pronto per il primo Slam della stagione” – ha aggiunto lo spagnolo.

In un’intervista rilasciata a ‘Sky Sport Germany’, Patrick Kuhnen – ex numero 43 ATP e attuale direttore del torneo di Monaco di Baviera – ha analizzato nel dettaglio le prospettive di Carlos Alcaraz: “Lo spagnolo inizierà la nuova stagione da numero 1 al mondo e dovrà difendere questo status.

C’è il rischio che questa posizione possa trasformarsi in un peso per un 19enne, soprattutto a livello mentale. Alcaraz è circondato da un ottimo team, che dovrebbe permettergli di affrontare questa sfida con maggiore sicurezza.

Ad ogni modo, sono convinto che Carlos incontrerà qualche difficoltà l’anno prossimo”. Photo credit: Getty Images