Borna Coric: "Per quattro anni ho smesso di lavorare sodo. Alcaraz? Incredibile"



by   |  LETTURE 1447

Borna Coric: "Per quattro anni ho smesso di lavorare sodo. Alcaraz? Incredibile"

Borna Coric dopo tanti mesi difficili lontano dal tennis per un infortunio, nel 2022 si è ripreso le più che meritate soddisfazioni. Con molta pazienza e spirito di sacrificio il croato ha pian piano risollevato la sua classifica fino a tornare tra i primi 30 al mondo anche grazie alla vittoria al master 1000 di Cincinnati in finale contro Stefanos Tsitsipas.

Adesso il suo obiettivo per il 2023 è quello di entrare per la prima volta in carriera in top ten. Dei suoi obiettivi e dell’attuale numero uno al mondo Carlos Alcaraz, il 26enne di Zagabria ne ha parlato durante un’intervista ad Arab News Sulle posizioni in classifica raggiunte in carriera "Quando ero il numero 33 del mondo, probabilmente durante il mio momento migliore quando avevo 18 o 19 anni, non ero in grado di gestire tutto.

Pensavo che sarebbe stato molto più facile. Pensavo: "Ok, ora sono tra i primi 30, l'anno prossimo sarò tra i primi 15, l'anno dopo tra i primi 5 e l'anno dopo ancora tra i primi 3". E ho smesso di lavorare sodo.

Sono diventato molto compiacente. Non ho migliorato il mio tennis e sentivo che quei tre o quattro anni, tra il 2015 e il 2019, ero lì, con lo stesso livello sempre. Se si guarda al mio tennis quando avevo 18 anni e quando ne avevo 22, è praticamente lo stesso.

Tuttavia, se si vede il mio tennis ora, sento che almeno c'è una grande, grande differenza rispetto a quando avevo 24 anni". Su Carlos Alcaraz "Quello che sta facendo è assolutamente incredibile. È molto positivo per lui che abbia una squadra così valida intorno a sé.

Sanno cosa devono fare per mantenerlo allo stesso livello, essere il numero uno o essere in cima alle classifiche. È un giocatore fantastico, un talento fantastico e so che è un bravissimo ragazzo, lo conosco abbastanza bene.

Non ho dubbi che resterà al vertice. Se me lo chiedete, sono convinto che non sarei stato in grado di gestire quello che sta gestendo lui alla sua età.

Tra il nuovo Coric e gli obiettivi per la prossima stagione

Cosa è cambiato in Borna Coric? "Probabilmente mi sono reso conto di essere stato stagnante e nello stesso posto per tre anni.

Ho capito che dovevo cambiare qualcosa. Dovevo concentrarmi di più sul gioco, dovevo studiare di più questo sport. Ho sempre lavorato sodo, ma sentivo che in quei tre anni, che sono molto importanti perché è un'età in cui si può migliorare molto e in cui non ci si preoccupa troppo di altre cose, non mi sono evoluto.

Giocavo a tennis per il gusto di giocare a tennis, mi allenavo per il gusto di allenarmi, ma non mi concentravo sulle mie debolezze, non pensavo al motivo per cui perdevo. La mia mentalità non era così concentrata sul tennis.

Oggi cerco di capire perché ho giocato male. Cerco di capire, ad esempio, perché ero lento o perché ero stanco, e cerco di implementare questa conoscenza nel mio allenamento. Penso di dedicare molto più tempo all'allenamento e al tennis rispetto a quando ero più giovane.

Obiettivi per il 2023 I miei obiettivi sono quelli di rimanere in salute per tutta la stagione e di entrare nella top-10. Tuttavia, se finirò tra i primi 15 e saprò di aver dato il meglio per tutta la stagione, cosa che accadrà, andrò a letto soddisfatto quel giorno”.