Cecchinato, l'allenamento con Alcaraz in Spagna: "Per alcuni versi mi ricorda Nadal"



by   |  LETTURE 1818

Cecchinato, l'allenamento con Alcaraz in Spagna: "Per alcuni versi mi ricorda Nadal"

Marco Cecchinato riparte con nuovi obiettivi per il 2023. Il tennista italiano ha toccato l’apice della sua carriera nel 2018, quando è arrivato in semifinale al Roland Garros, dopo aver sconfitto Novak Djokovic ai quarti di finale, ed è salito fino alla posizione numero 16 del ranking.

Da quel momento, però, il palermitano ha subito un tracollo, arrivando fino alle pendici della top-200. In questa stagione, grazie ai due titoli Challenger, ha superato la top-100 e ha chiuso l’anno come numero 101 del mondo.

Per ripartire in vista del prossimo anno, Cecchinato è andato in Spagna, dove si è allenato con il numero uno del mondo Carlos Alcaraz: per lo spagnolo è il momento per preparare il suo ritorno in campo dopo lo stop subito a Parigi-Bercy.

Ad immortalare il momento, una foto su Instagram che proprio l’azzurro ha pubblicato. In un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, ha svelato proprio i retroscena di quell’allenamento e delle impressioni che ha avuto dal campione Slam: dal rapporto con il suo coach a quel paragone con un altro spagnolo, Rafael Nadal.

Le parole di Cecchinato

"I migliori tennisti si allenano tra Valencia e Alicante, quindi anche noi abbiamo deciso di ripartire da qui. – ha dichiarato al quotidiano sportivo il tennista di Palermo- Ho fatto un bell'allenamento con Carlos (Alcaraz).

È davvero un ragazzo straordinario ed è fortissimo. Rispetto agli allenamenti che ho fatto con lui in passato, è cambiato molto." Marco Cecchinato ha, dunque, potuto osservare da vicino Carlos Alcaraz e soprattutto il rapporto con il suo coach, l’ex numero uno del mondo Juan Carlos Ferrero, neo vincitore del premio di migliore coach dell'anno negli Atp Awards.

"Il rapporto tra lui e coach Ferrero è bellissimo. Ogni cosa che dice Juan Carlos, per Carlitos è un insegnamento prezioso e cerca subito di metterlo in partica. Rispetto a un anno fa è molto più potente e si vede che sta lavorando per giocare subito il vincente di dritto.

Per alcuni versi mi ricorda molto Rafa (Nadal)", ha concluso l’azzurro, con il classico paragone che accosta i due spagnoli.

Photo credits: Getty Images