Juan Carlos Ferrero è l'allenatore dell'anno: la rivelazione su Carlos Alcaraz

Le interessanti parole dell'allenatore spagnolo, premiato dall'Atp tour

by Luca Ferrante
SHARE
Juan Carlos Ferrero è l'allenatore dell'anno: la rivelazione su Carlos Alcaraz

Juan Carlos Ferrero l'ha spunta e conquista l'ambito premio agli Atp Awards. È proprio lo spagnolo ad aggiudicarsi il riconoscimento di "Coach dell'anno" grazie alle splendide prestazioni ottenute da Carlos Alcaraz nel circuito maggiore.

Con il duro lavoro svolto insieme allo staff guidato dall'attento ex tennista, il 19enne nativo di Murcia è riuscito a vincere il suo primo Grande Slam della carriera agli Us Open e a raggiungere anche il numero uno del mondo nel ranking.

Traguardi davvero importanti per i due, che non vogliono assolutamente fermarsi. Ferrero è stato in grado di battere tutti i tecnici rivali, ottenendo un premio alla fine meritato e che dimostra come la strada percorsa sia quella giusta.

Le sue parole

L'allenatore classe 1980 ha dichiarato dopo essere stato scelto dagli altri tecnici come vincitore dell'award: "Quest'anno è stato proprio fantastico. Con piacere, tutto il duro lavoro è stato premiato con i risultati e ora con questo splendido premio.

Sono estremamente felice di vincere il premio Atp Coach of the year. Grazie a tutti per il supporto" ha commentato in un'intervista rilasciata ai microfoni di Atp tour. Le rivelazioni sul suo atleta, Carlos Alcaraz: "L'ho visto a 13 anni, è venuto in accademia e ci siamo allenati un giorno.

Era molto piccolo ma tutti parlavano di lui. Aveva tutto quello che ha adesso ma in miniatura. Ufficialmente l'ho visto quando ha ottenuto il suo primo punto Atp a 14 anni, poi si poteva vedere come giocava in modo incredibile.

Quando è arrivato in accademia a 15 anni era un bastone, era veloce ma non aveva muscoli. Anche così abbiamo visto qualcosa di molto speciale" ha aggiunto, evidenziando alcune interessanti curiosità sull'attuale numero uno.

Sulla vittoria agli Us Open: "Sta accadendo molto velocemente, è una sorpresa per tutti tranne per me, perché mi alleno con lui ogni giorno e so cosa può fare. Ero sicuro che se non fosse stato quest'anno, sarebbe stato il prossimo.

Ora vogliamo andare avanti" ha concluso.

Photo credit: Getty Images.

Carlos Alcaraz
SHARE