Carlos Alcaraz difenderà un titolo importante nel 2023



by   |  LETTURE 1266

Carlos Alcaraz difenderà un titolo importante nel 2023

Carlos Alcaraz è senza dubbio il giocatore che ha mostrato più progressi nel 2022. Il giovane spagnolo aveva fatto intravedere lampi di classe già nel 2021, ma quest’anno è esploso definitivamente ad altissimi livelli.

‘Carlitos’ si è aggiudicato gli US Open ed è diventato il più giovane numero 1 nella storia del tennis maschile. Il pupillo di Juan Carlos Ferrero ha impreziosito la sua stagione mettendo in bacheca anche due Masters 1000 (Miami e Madrid) e altrettanti ATP 500 (Rio e Barcellona).

Molti addetti ai lavori ed ex tennisti sono convinti che Alcaraz dominerà il circuito maschile nei prossimi anni. Il 19enne di Murcia ha avuto qualche problema fisico nell’ultima parte della stagione, ma ha già ripreso ad allenarsi e parteciperà alla ricca esibizione di Abu Dhabi dal 16 al 18 dicembre.

A differenza di tanti altri giocatori, l’iberico non disputerà tornei ufficiali prima degli Australian Open 2023. Ricordiamo che Novak Djokovic e Daniil Medvedev saranno impegnati nell’ATP 250 di Adelaide, mentre Rafael Nadal prenderà parte alla prima edizione della United Cup.

Alcaraz sarà presente a Barcellona

Nel frattempo, è stato annunciato che Carlos Alcaraz parteciperà all’ATP di Barcellona l’anno prossimo. Lo spagnolo sarà chiamato a difendere il titolo davanti al pubblico amico, una pressione che ‘Carlitos’ ha già dimostrato di saper gestire nonostante la giovane età.

Il direttore del torneo catalano – David Ferrer – ha accolto con gioia questa notizia: “Alcaraz è un tennista fantastico, oltre ad avere un’attitudine invidiabile. Si vede benissimo che si diverte in campo.

Ha ancora una carriera lunghissima davanti a sé e sono sicuro che continuerà a migliorare”. In un’intervista rilasciata a ‘Sky Sport Germany’, Patrick Kuhnen – ex numero 43 ATP e attuale direttore del torneo di Monaco di Baviera – ha analizzato nel dettaglio le prospettive di Carlos Alcaraz: “Lo spagnolo inizierà la nuova stagione da numero 1 al mondo e dovrà difendere questo status.

C’è il rischio che questa posizione possa trasformarsi in un peso per un 19enne, soprattutto a livello mentale. Alcaraz è circondato da un ottimo team, che dovrebbe permettergli di affrontare questa sfida con maggiore sicurezza”. Photo credit: Getty Images