Gilbert: “C’è una qualità incredibile che accomuna Alcaraz a Nadal”

L’ex tecnico di Roddick e Murray analizza le analogie tra Carlos e Rafa

by Giuseppe Migliaccio
SHARE
Gilbert: “C’è una qualità incredibile che accomuna Alcaraz a Nadal”

Più e più volte il nome di Carlos Alcaraz è stato accostato a quello del suo mentore e idolo di sempre Rafael Nadal. L’atteggiamento in campo, la voglia di combattere fino all’ultima goccia di sudore sono i principali tratti comuni trovati tra il giovane talento di El Palmar e la leggenda di Manacor.

E infatti anche secondo Brad Gilbert – storico allenatore di Andy Roddick e Andy Murray – su questo piano si può benissimamente fare un parallelismo tra il nuovo numero 1 del mondo e il fuoriclasse maiorchino.

“Penso molto a Rafa, alla sua incredibile determinazione, alla sua concentrazione, a qualsiasi cosa accada, continua a combattere”, ha dichiarato Gilbert a Tennis Majors. “Agli US Open, Carlos sta giocando tre partite di fila in cinque set.

Contro Cilic è sotto di un break nel quinto, contro Sinner salva un match point e contro Tiafoe manca un match point nel quarto prima di vincere. In tutti questi incontri, con Carlos, è un po' come con Rafa, hai sempre la sensazione che non sia finita finché l'arbitro non dice game, set e match.

È una qualità incredibile” .

Nadal su Alcaraz: “Merita il primo posto”

Nadal ha chiuso la stagione anzitempo per dedicarsi a una tournée sudamericana con Casper Ruud, che a Quito ha vinto il più recente degli scontri con un duplice 6-4.

Nel corso di una delle innumerevoli conferenze stampa alla quale ha partecipato il 36enne di Manacor, oltre a parlare delle ambizioni per la prossima stagione, a fare un sunto di quella appena conclusasi e a soffermarsi su quale ruolo sente di avere nella storia del tennis, il ventidue volte campione Slam ha avuto modo di dedicare dello spazio anche a Carlos Alcaraz, vincitore nel 2022 del suo primo Major e che è diventato il numero uno più giovane della storia.

“È molto bello che ci siano due tennisti spagnoli in cima alla classifica, ma non credo che sarà una tendenza. Sarà difficile per noi rimanere lì per tutto il 2023. È molto difficile mantenere il livello necessario per essere così in alto per così tanto tempo.

Nel mio caso, gioco alcuni tornei all'anno e potrei essere lì solo se disputo a un livello molto alto sempre”, ha spiegato il fenomeno spagnolo, che ha poi, per l’appunto, spostato lo sguardo su Carlitos.

“Ha un potenziale enorme, è molto giovane e ha ancora un sacco di tempo davanti a sé. È al numero 1 perché se lo merita. Ci sono giovani tennisti molto bravi al momento, Casper era anche vicino al suo primo Slam ed essere il numero 1, per esempio”, ha affermato un Rafael Nadal che ha voluto rendere merito al suo compagno in Sud America. Photo Credits: Reuters

Alcaraz
SHARE