ATP, la classifica dei guadagni del 2022: Alcaraz conduce, podio per Djokovic e Nadal

Tra i primi 20 tennisti che si sono arricchiti di più ci sono anche due italiani

by Giuseppe Migliaccio
SHARE
ATP, la classifica dei guadagni del 2022: Alcaraz conduce, podio per Djokovic e Nadal

Come in ogni fine percorso che si rispetti, è tempo di fare bilanci per la stagione tennistica 2022 appena terminata. Tanti sono gli aspetti che possono essere oggetto d’analisi e, tra questi, spunta quello relativo ai guadagni accumulati durante l’annata.

Ebbene: chi si è arricchito di più? A piazzarsi davanti a tutti questa volta è la giovane stella spagnola Carlos Alcaraz, che conclude dunque la sua stratosferica stagione primeggiando anche in questo e non solo nel ranking ATP.

Il murciano, coi suoi 9.571.664 euro, mette la testa avanti a campioni del calibro di Novak Djokovic e Rafael Nadal, secondo e terzo rispettivamente con 9.402.802 e 8.867.518 euro. Presenti, tra i primi 20 tennisti con più guadagni in questo 2022, anche gli azzurri Jannik Sinner (14esimo) e Matteo Berrettini (18esimo).

Di seguito la classifica completa:

  1. Carlos Alcaraz € 9.571.664
  2. Novak Djokovic € 9.402.802
  3. Rafael Nadal € 8.867.518
  4. Casper Ruud € 7.689.056
  5. Stefanos Tsitsipas € 6.258.673
  6. Felix Auger-Aliassime € 4.543.290
  7. Andrey Rublev € 4.415.784
  8. Taylor Fritz € 4.324.503
  9. Daniil Medvedev € 3.952.816
  10. Hubert Hurkacz € 3.561.268
  11. Nick Kyrgios € 3.302.321
  12. Cameron Norrie € 2.770.758
  13. Pablo Carreno Busta € 2.730.554
  14. Jannik Sinner € 2.702.112
  15. Alexander Zverev € 2.534.345
  16. Holger Rune € 2.482.956
  17. Denis Shapovalov € 2.456.898
  18. Matteo Berrettini € 2.076.584
  19. Frances Tiafoe € 1.993.727
  20. Alex De Minaur € 1.947.542

Ferrero fissa i prossimi obiettivi di Alcaraz

Dopo aver dato chiare avvisaglie nel corso del 2021, la stagione appena conclusa è stata quella della consacrazione per Carlos Alcaraz.

Che la stoffa del campione ce l’avesse ne ha dato prova sin dai primi passi compiuti nel professionismo, ma ciò che ha realizzato in questo 2022 è stato qualcosa di incredibile. La precocità è un tratto distintivo della stella di El Palmar, divenuto il più giovane numero 1 del mondo con la vittoria degli US Open.

Ora, però, Carlos non è più una sorpresa, deve confermarsi e stabilizzarsi in vetta. E per farlo avrà bisogno di intensificare ulteriormente il lavoro finora svolto, a detta del suo allenatore Juan Carlos Ferrero: “Ora deve lavorare ancora più duramente, perché se vuole rimanere al vertice deve vincere i Grandi Slam e i Masters 1000 con continuità”, ha detto Ferrero a Eurosport.

Quindi è ancora più difficile di prima, quando magari vincendo un 500 e ottenendo un ottimo risultato in un Masters 1000 si poteva scalare la classifica. Ma ora, se si vuole rimanere in vetta, bisogna battere i migliori e vincere i tornei migliori, quindi è ancora più importante lavorare duramente o addirittura più di prima” . Photo Credits: Getty Images

Alcaraz
SHARE