Il nuovo strabiliante record di Carlos Alcaraz



by   |  LETTURE 1008

Il nuovo strabiliante record di Carlos Alcaraz

Carlos Alcaraz ha scritto il suo nome a lettere d'oro nella storia del tennis mondiale, assicurandosi di finire la stagione 2022 come numero 1 al mondo, il più giovane della storia di questo sport superando il precedente primato appartenente all'australian Lleyton Hewitt.

I record di Carlos Alcaraz

Non si tratta però dell'unico record che il murciano è riuscito a battere con la sua impresa, dal momento che Alcaraz si è rivelato il tennista che ha scalato il maggior numero di posizioni in un solo anno per finire al vertice.

Ha iniziato la stagione da numero 32 del mondo e in soli 11 mesi è riuscito a conquistare la vetta del ranking ATP. Fino ad ora, Novak Djokovic, nel 2018, era quello che aveva migliorato il maggior numero di posizioni fino a finire come numero 1, partendo dal 12° posto di quella stagione.

Un record strapazzato da Alcaraz, che può così consolarsi con la prima posizione mondiale nonostante il forfait alle Atp Finals e anche in Davis Cup. Quest’anno il pupillo di Juan Carlos Ferrero ha partecipato a 17 tornei giocando 70 partite, con un bilancio di 57 vittorie e 13 sconfitte.

Nel 2022 ‘Carlitos’ si è aggiudicato gli US Open, due Masters 1000 (Miami e Madrid) e due ATP 500 (Rio e Barcellona). Carlos rimarrà al numero 1 qualunque cosa accada alle Finals almeno fino a inizio 2023.

Sebbene sia vero che la nuova competizione mista per nazioni, la United Cup, inizia il 29 dicembre, i punti acquisiti non si rifletterebbero sul ranking fino a lunedì 9 gennaio. Dunque, questa data è la prima in cui Alcaraz potrebbe subire i primi attacchi in classifica dai dirimpettati, visto che si rifletterà anche quanto accaduto nei tornei ATP 250 di Adelaide e Pune.

Sulla base di questo fatto, Carlos Alcaraz sa già che raggiungerà almeno 17 settimane da numero 1 al mondo, il che gli permetterà di superare le 16 di Medvedev e diventare il 17° giocatore della storia con il maggior tempo accumulato in cima alla classifica Atp, un numero destinato a salire vertiginosamente.

Foto credits getty