Carlos Alcaraz fa la storia e può festeggiare: splendida notizia dalle Atp Finals



by   |  LETTURE 5155

Carlos Alcaraz fa la storia e può festeggiare: splendida notizia dalle Atp Finals

Un grandissimo traguardo raggiunto dal tennista 19enne. Carlos Alcaraz può finalmente festeggiare la definitiva notizia, tanto attesa da diversi giorni: lo spagnolo è sicuro di chiudere l'anno al numero uno del ranking mondiale Atp.

Un aspetto che è diventato ora ufficiale, dopo la terza giornata di gare alle Nitto Atp Finals di Torino. Il fenomeno vincitore di un titolo del Grande Slam in questa stagione si è garantito questo record grazie alla seconda sconfitta consecutiva del connazionale Rafael Nadal nella manifestazione riservata ai migliori otto giocatori e al conseguente successo del norvegese Casper Ruud, che ha eliminato dalla lotta per le semifinali il campione spagnolo.

Il murciano è diventato così il più giovane atleta della storia a terminare l'anno in vetta alla graduatoria, superando il precedente primato appartenente all'australian Lleyton Hewitt. Un traguardo davvero meritato per il talento allenato da coach Juan Carlos Ferrero, che si è maggiormente distinto in questi mesi ottenendo quasi 7000 punti in totale.

L'apice dell'annata è senza dubbio rappresentanto dal trionfo agli Us Open, dopo alcune incredibili prestazioni contro l'italiano Jannik Sinner e lo statunitense Frances Tiafoe. Da qui Alcaraz ripartirà nel 2023, con la pressione di dover difendere tantissimi punti in quasi tutti gli appuntamenti prestigiosi e il dovere morale di restare davanti a tutti nel ranking.

Stagione chiusa con un infortunio

Nonostante il super 2022, Alcaraz non ha potuto partecipare alle Atp Finals in Italia. Un infortunio lo ha infatti fermato a pochi giorni dall'inizio della competizione: "Dopo Parigi-Bercy, ho saputo purtroppo l'entità del mio problema fisico: uno strappo obliquo interno della parete addominale sinistra.

Il tempo di recupero stimato è di sei settimane. Sfortunatamente non parteciperò alle Finals e alla Davis Cup. È dura e doloroso per me perdere questi due eventi, che sono così importanti. Tutto ciò che posso fare è essere positivo e concentrarmi sulla mia guarigione. Grazie a tutti per il sostegno" sono le parole con cui l'iberico aveva annunciato il forfait.