Carlos Alcaraz spiega il vero significato del primo posto nel ranking mondiale



by   |  LETTURE 2204

Carlos Alcaraz spiega il vero significato del primo posto nel ranking mondiale

Il numero uno al mondo Carlos Alcaraz sta avanzando nel torneo di Parigi-Bercy senza particolari problemi. Da quando è arrivato al primo posto della classifica mondiale lo spagnolo ha avuto qualche problemino maggiore del previsto ed alcuni hanno attribuito tutto ciò alla pressione che questa classifica può portare.

Dopo un inizio complicato Alcaraz sta pian piano ingranando nel torneo ed ha raggiunto i Quarti di finale dove oggi affronterà una sfida molto complicata. Sarà scontro tra giovani talenti con Alcaraz che dovrà affrontare il tennista danese Holger Rune, uno dei tennisti più insidiosi in questo momento.

Il tennista ha parlato in conferenza stampa a Parigi-Bercy dopo la vittoria contro il bulgaro Grigor Dimitrov. Ecco le sue parole: "Devo dire che ho giocato molto meglio rispetto alla mia prima partita qui. Mi sto lentamente abituando a queste condizioni e raggiungere i Quarti di finale significa molto per me.

Ho approfittato del fatto che Dimitrov non ha iniziato al suo livello ed ha giocato così per gran parte della partita. Poi quando è improvvisamente migliorato ha avuto qualche chance, ma fortunatamente ho mantenuto la calma e la concentrazione e con il mio miglior tennis sono riuscito a fermarlo.

Ho analizzato le cose con calma nel momento difficile e sono riuscito a uscirne fuori senza problemi.

Le ultime su Carlos Alcaraz

Il giovane talento murciano ha parlato continuando: "Cosa significa essere numero 1? È una sensazione molto bella quella di essere al top, sentire di essere il miglior tennista al mondo.

Tuttavia chiarisco che alla fine è solo un numero. Posso perdere contro chiunque ed essere in testa alla classifica non ti fa vincere tutte le partite o i tornei. Per me la cosa più importante è accettare che se non gioco al massimo posso perdere contro chiunque, questo mi aiuta a lavorare sodo ogni volta.

Per me è un anno fantastico, mi piacerebbe finire al primo posto. Successivamente farò quello che avrei fatto in ogni caso, ovvero una bella vacanza e poi la preseason in vista dell'Australia" Il tennista ha concluso parlando della presenza dei suoi genitori qui a Bercy: "È un grande piacere per me che i miei genitori mi supportino dagli spalti, solitamente è difficile portarli in giro per il mondo durante i tornei ma sollevare il trofeo di numero uno davanti a loro è stato fantastico" Photo Credit: AFP