Carlos Alcaraz, obiettivo numero 1 a Torino: ecco gli scenari



by   |  LETTURE 1301

Carlos Alcaraz, obiettivo numero 1 a Torino: ecco gli scenari

Carlos Alcaraz si prepara al cruciale evento di Parigi-Bercy con un obiettivo: presentarsi da numero 1 alle prossime Atp Finals di Torino. Cosa gli servirà per l’impresa? Nadal, nell'ombra, affila le armi, sapendo di avere una piccola chance.

Spagnoli contro, Carlos Alcaraz spera

Carlos Alcaraz, reduce dal ko in semifinale a Basilea con uno scatenato Felix Auger-Aliassime, non molla la corsa per il numero 1 di fine anno. Lo spagnolo classe 2003 sarebbe il 18° giocatore di sempre a chiudere davanti a tutti, differenziandosi da chi ha sì toccato il tetto del mondo, ma senza riuscirlo a difendere sino a fine anno.

E’ capitato a spagnoli importanti, come Carlos Moya e soprattutto Juan Carlos Ferrero, oggi suo allenatore. Ma anche a fuoriclasse come Boris Becker, Thomas Muster e Marat Safin. Il tutto ad un'età assolutamente irraggiungibile per tutti.

Il primo passo, sarà difendere la posizione al via delle Atp Finals di Torino. E Parigi-Bercy, ovviamente, sarà lo snodo cruciale. Punti alla mano, Carlos è padrone del suo destino. Centrando i quarti di finale non dovrà nemmeno guardare ai risultati di Rafa Nadal, suo avversario nella corsa, determinato a diventare il terzo giocatore di sempre a chiudere il sesto anno in carriera al numero 1.

Dal canto suo, il maiorchino ha, in vista delle Finals, un unico risultato: la vittoria, con un Alcaraz fuori dai giochi prima dei quarti di finale. Una missione tutt’altro che semplice, lo ricordiamo. Rafa, a Parigi, mai presente sino al 2007, in sette partecipazioni ha raggiunto una sola finale, persa in due set con Nalbandian, e tre semifinali.

Unico ricordo positivo, la vittoria numero 1000 in carriera. Non a caso, la sua “nemesi”, esattamente come le Atp Finals, dove ha giocato solo le finale nel 2010 e nel 2013. Dunque, Parigi-Bercy come primo atto.

Non altro. Perchè il numero uno verrà scelto a Torino. Ruud, Tsitsipas e Medvedev, per intenderci, sono oggi fuori dai giochi per presentarsi in Italia con il primo posto in tasca. Ma una doppia grande prestazione, tra Francia e Piemonte, e due eliminazioni precoci di Alcaraz, potrebbero ancora cambiare le carte in tavola.