"Può sostituirli": per il post Nadal, Federer e Djokovic zio Toni vede solo Alcaraz



by   |  LETTURE 3744

"Può sostituirli": per il post Nadal, Federer e Djokovic zio Toni vede solo Alcaraz

Da Nadal ad Alcaraz. Il tennis spagnolo potrà contare sulla presenza di un'altra superstar per almeno altri quindici anni. Non una cattiva notizia per il movimento. E neanche per Toni Nadal, che ha lasciato 'Rafa' per dedicarsi prima all'Academy e poi a Felix Auger Aliassime.

Dopo la straordinaria vittoria sul cemento di Flushing Meadows di 'Carlitos' lo zio più famoso della storia del tennis ha commentato ovviamente entusiasta. "In due settimane ha ottenuto quello che tanti tennisti sognano di raggiungere per una carriera intera.

Il suo record di precocità sarà veramente difficile da battere per chiunque" ha spiegato Toni, che non aveva mai avuto dubbi sulle potenzialità del ragazzo di Murcia. Anche se non si aspettava potesse raggiungere la vetta del ranking e vincere uno Slam a 19 anni e 4 mesi.

"Mi avevano parlato la prima volta di lui quando aveva 12 o 13 anni e lo avevo visto giocare per la prima volta quando ne aveva 14 o 15. Ovviamente mi aveva impressionato" ha spiegato. "Allo stato attuale ha una velocità di braccio e una velocità di gambe che non si vede da nessun'altra parte nel circuito maggiore.

Parliamo di un giocatore straordinario" ha detto Toni. Che nel corso di una lunga intervista rilasciata a 'El Pais' ha spiegato anche come Alcaraz sia il tennista che più di tutti ha le opzioni per sostituire Nadal, Djokovic e Federer.

Alcaraz è diventato il numero uno più giovane della storia del tennis e il decimo teeanger a trionfare in un torneo dello Slam. Infinita la lista dei record, visto che solamente nel 2022 ha agguantato i suoi primi '500' e i suoi primi '1000' battendo peraltro a Miami in fila sia Nadal che Djokovic prima di trionfare in finale contro Alexander Zverev, adesso fermo ai box.

Lo spagnolo non sarà parte integrante del gruppo Davis nel day-1 contro la Serbia, orfana ovviamente di Novak Djokovic che sarà costretto a rimanere tra la nona e la ventesima posizione della Race per poter partecipare alle Atp Finals di Torino.

La Spagna si affiderà a Albert Ramos e ovviamente al numero-uno-temporaneao Roberto Bautista Agut.