"Ho pensato a rimanere concentrato": Alcaraz analizza le chiavi del trionfo vs Sinner

Alcaraz ha avuto bisogno di cancellare un match point e di cinque ore abbondanti per abbattere la resistenza di Sinner. A New York giocherà la prima semifinale Slam in carriera con vista sulla vetta

by Perri Giorgio
SHARE
"Ho pensato a rimanere concentrato": Alcaraz analizza le chiavi del trionfo vs Sinner

Dopo l'intevento a bordocampo, Carlos Alcaraz si è presentato in conferenza stampa praticamente a poche ore dall'alba per commentare l'incredibile vittoria contro Jannik Sinner. Il talento spagnolo ha così raggiunto la prima semifinale in carriera in un torneo dello Slam, diventando il più giovane da Nadal dal 2005 a riuscire nell'impresa, ma soprattutto a mantenere vivo il sogno Slam e anche quello della prima posizione mondiale.

"Dico sempre la stessa cosa, devi credere in te stesso. La speranza è assolutamente l'ultima cosa che devi perdere in partite di questo genere. Credevo nelle mie opzioni, nel mio gioco. Jannik è un giocatore splendido e un ragazzo incredibile, tutti hanno potuto ammirare cos'è in grado di fare, quindi la cosa mi inorgoglisce ancora di più" Le cinque ore non hanno scalfito in alcuna maniera Alcaraz, chiamato adesso alla sfida con Frances Tiafoe in semifinale.

Decisamente più agevole la vittoria del tennista americano che ha avuto la meglio di Andrey Rublev in tre set. "Fisicamente mi sono sentito molto bene, anche se alla fine ero un po' in riserva diciamo. Ovviamente è stata una partita molto dura, ma sto bene e spero di poter continuare a tenere questo livello.

Il pubblico qui è incredibile, ti dà un'energia che non riesco neanche a definire. Sicuramente a quest'ora in altri tornei se ne sarebbero andati a casa, invece qui sono rimasti quasi tutti fino alla fine. Contro Tiafoe sarà una partita incredibilmente difficile.

Ha battuto Nadal, Rublev, ama questo stadio e ama questo pubblico, dovrò dare il massimo per avere una possibilità" ha spiegato. Alcaraz intanto non pensa alla vetta. O almeno, non durante le partite. Interrogato dai giornalisti presenti in sala stampa durante i pensieri che ha avuto quando è stato costretto a cancellare il match point, il fenomeno spagnolo non ha avuto dubbi.

"Ho pensato solamente a giocare, a concentrarmi su me stesso e a dare il massimo. In generale quando Jannik ha servito per la partita sentivo di avere una chance, stavo rispondendo bene da un po' di tempo. In generale avevo avuto anche un sacco di chance sul 30-30 e sul 40-40 nel corso degli altri game. Ovviamente credo di aver giocato un gran tennis, quando contava" ha concluso.

Alcaraz
SHARE