Atp Montreal - Il cammino insidioso di Carlos Alcaraz: Jannik Sinner è già avvisato

Lo spagnolo più fortunato di altri ma gli ostacoli non mancano

by Luca Ferrante
SHARE
Atp Montreal - Il cammino insidioso di Carlos Alcaraz: Jannik Sinner è già avvisato

Decisamente più fortunato di molte altre teste di serie ma il giovane non può assolutamente stare tranquillo e sottovalutare i primi avversari che ritroverà dall'altra parte della rete. Diversi appassionati e fan attendono la reazione di Carlos Alcaraz al Master 1000 di Montreal, dopo le due finali consecutive perse sulla terra rossa di Amburgo (per via di uno straordinario Lorenzo Musetti) e di Umago, per via di un solido Jannik Sinner, che ha superato lo spagnolo nei confronti diretti nel circuito maggiore.

L'iberico sarà chiamato a rispondere in un torneo già molto particolare: infatti, per la prima volta in un appuntamento prestigiosissimo, il 19enne sarà la testa di serie numero 2 del tabellone principale.

Il ragazzo nativo di Murcia dovrà gestire un po' di pressione in più, dato che fra i principali candidati alla vittoria finale della competizione (o quanto meno ad arrivare fino in fondo).

Il cammino di Alcaraz

Un buon sorteggio per il numero 4 al mondo, che potrebbe addirittura sognare la vetta del ranking Atp prima degli Us Open, se riuscisse a fare benissimo in entrambi i 1000 e arrivassero due grandi deblacle da parte del russo Daniil Medvedev, che però ha mandato un segnale di ritorno alla concorrenza vincendo l'Atp 250 di Los Cabos.

Dopo il consueto 'Bye' al primo turno, Alcaraz attenderà l'idolo di casa canadese Vasek Pospisil o lo statunitense Tommy Paul in una sfida non così semplice, dato che entrambi i giocatori hanno ottima confidenza col cemento.

Al terzo turno probabile scontro col croato Marin Cilic, che dovrà prima eliminare l'argentino Francisco Cerundolo o il russo Karen Khachanov. Tutti avversari di seconda fascia che possono però rappresentare delle insidie.

Lo spagnolo ai quarti, osservando le teste di serie, avrebbe l'incrocio con Andrey Rublev, forse non in formissima dopo aver perso a Washington in semifinale. In quello spot di tabellone sono anche presenti Taylor Fritz, Andy Murray e Frances Tiafoe, da non dare per sconfitti così facilmente.

In semifinale ci potrebbe essere il fascino di un nuovo remake con Jannik Sinner, che avrà però da regolare due ossi duri come Matteo Berrettini e Stefanos Tsitsipas. Nell'atto conclusivo è lecito attendersi Daniil Medvedev. Photo credit: profilo Instagram Carlos Alcaraz.

Carlos Alcaraz Jannik Sinner
SHARE