Lledó non ha dubbi: "Ecco perché Alcaraz ha perso la finale contro Jannik Sinner"



by   |  LETTURE 54621

Lledó non ha dubbi: "Ecco perché Alcaraz ha perso la finale contro Jannik Sinner"

Prima delle partite disputate contro Lorenzo Musetti e Jannik Sinner, rispettivamente ad Amburgo e Umago, Carlos Alcaraz non aveva mai perso una finale nel circuito maggiore. Il giovane tennista spagnolo era sempre stato impeccabile nelle cinque finali precedentemente vinte, ma i due giocatori italiani sono riusciti a destabilizzarlo e a trionfare in tre set.

Sinner, in particolare, ha finito per dominare gli ultimi due parziali e ha lasciato solo due game al rivale. “Ha iniziato a giocare sempre meglio e io non sapevo più come giocare contro di lui. Non ho saputo trovare delle soluzioni dopo quel game.

Condizioni fisiche? Non hanno inciso. Semplicemente non sapevo come giocare contro di lui. Non sono stato molto aggressivo, per questo mi sono sentito così. Ha alzato il livello e io ho commesso molti errori” , ha spiegato lo stesso Alcaraz in conferenza stampa.

Lledo torna sulla finale persa da Alcaraz contro Sinner

Alberto Lledo, preparatore fisico del 19enne di Murcia, si è soffermato proprio sulle condizioni fisiche del suo assistito in un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa EFE.

“Non credo che a Carlos manchi la scintilla. Penso che l'aspetto mentale abbia fatto la differenza nella finale contro Sinner. Ha giocato un ottimo primo set e ha iniziato allo stesso modo il secondo, ma sprecare sei palle break di fila lo ha colpito" , ha spiegato Lledo nelle parole raccolte da Eurosport.

"Quel game è stato la chiave del match. È vero che ha giocato tante partite quest'anno, ma non tanti tornei. Perdere una finale ti conferisce esperienza, è qualcosa che fa parte del processo di apprendimento di un ragazzo che ha ancora 19 anni.

Non bisogna dimenticare la sua età" . Alcaraz può comunque ritenersi soddisfatto delle ultime prestazioni nel Tour ATP. Grazie alle due finali raggiunte ad Amburgo e Umago, lo spagnolo ha infatti guadagnato la quarta posizione del ranking mondiale; posizione che cercherà di non perdere almeno fino all'inizio degli US Open. Photo Credit: via Instagram Wimbledon