Carlos Alcaraz si arrende a Jannik Sinner: "Non sapevo più cosa fare in campo"



by   |  LETTURE 69486

Carlos Alcaraz si arrende a Jannik Sinner: "Non sapevo più cosa fare in campo"

Carlos Alcaraz ha perso per la seconda volta consecutiva contro Jannik Sinner. La sconfitta, questa volta, è arrivata in finale al torneo ATP 250 di Umago e lo ha visto in grandissima difficoltà negli ultimi due set.

Lo spagnolo si è aggiudicato il primo parziale giocando in maniera magistrale il tie-break. Dopo aver sprecato ben sei palle break nel primo game in risposta nella seconda frazione di gioco, Alcaraz non è più riuscito a impensierire Sinner, che ha preso il largo e lasciato un solo game a set al suo avversario.

Partendo dagli ottavi di finale di Wimbledon, a distanza di 28 giorni, Alcaraz si è dovuto arrendere ancora a quello che potrebbe diventare presto il suo più grande rivale. “Questa è la seconda volta che mi batti quest’anno, Jannik” , ha dichiarato il 19enne di Murcia durante la premiazione finale.

“Troverò il modo per batterti( ride, ndr) . È incredibile il livello che hai espresso questa settimana, congratulazioni. Hai svolto un ottimo lavoro e ti auguro buona fortuna per il resto della stagione” .

Alcaraz si arrende a Sinner: "Non sapevo più cosa fare"

In conferenza stampa, Alcaraz ha successivamente analizzato con molta lucidità la partita e parlato del suo futuro. “Ovviamente, il game in cui ho sprecato sei palle break nel secondo set si è rivelato la chiave del match.

Ho avuto molte opportunità, ma non le ho convertite. Se non sfrutti le chance contro un giocatore come Jannik, è dura vincere. Dopo quel game, lui ha iniziato a rispondere bene. Ha risposto bene negli ultimi due set in realtà.

Ha iniziato a giocare sempre meglio e io non sapevo più come giocare contro di lui. Non ho saputo trovare delle soluzioni dopo quel game. Condizioni fisiche? Non hanno inciso. Semplicemente non sapevo come giocare contro di lui.

Non sono stato molto aggressivo, per questo mi sono sentito così. Ha alzato il livello e io ho commesso molti errori. Proverò a non giocare così la prossima volta. Ovviamente, cercherò di portare via con me le cose positive.

Ci sono molte cose positive, ma ora non so dirvi quali sono. Dovrò rilassarmi e fare un reset" . Alcaraz ha guadagnato la quarta posizione del ranking ATP grazie alla finale raggiunta in Croazia. "Quarto posto dietro Nadal? È speciale.

Essere numero quattro al mondo è incredibile. Ci sono grandi giocati sopra di me come Rafael Nadal, Alexander Zverev e Daniil Medvedev. Loro lottano per vincere i tornei del Grande Slam. Prima dell’infortunio alla caviglia, Zverev stava lottando per vincere il Roland Garros.

Far parte di questo gruppo e lottare contro di loro è incredibile per me. Cercherò di imparare le lezione che match come quello di oggi possono insegnarti per diventare un giocatore migliore e lottare per grandi obiettivi in futuro” . Photo Credit: Getty Images