"Posso fare di più": Giulio Zeppieri sogna in grande e pensa a Carlos Alcaraz



by   |  LETTURE 9754

"Posso fare di più": Giulio Zeppieri sogna in grande e pensa a Carlos Alcaraz

Giulio Zeppieri, la favola a Umago continua. Sono ben tre gli italiani a essere approdati alle semifinali dell'Atp 250 in Croazia e fra questi c'è il 20enne romano, che per la prima volta ha raggiunto questo traguardo nel circuito maggiore (così come Franco Agamenone).

L'italiano ha lottato duramente dal primo match in terra croata ed è riuscito brillantemente a raggiungere il risultato più importante della sua carriera. Dalle qualificazioni l'azzurro ha disputato tutti confronti ostici e per la prima volta, proprio ai quarti di finale, è stato in grado di vincere in due set, seppur molto lunghi.

Adesso l'atleta classe 2001 potrà vivere un'esperienza importante in campo, incrociando niente meno che lo spagnolo Carlos Alcaraz, testa di serie numero uno e unico tennista non italiano rimasto in tabellone.

La sfida è in programma sabato 30 luglio dalle ore 17:30 sul campo centrale intitolato a Goran Ivanisevic.

Le sue riflessioni

Zeppieri ha commentato la netta e splendida vittoria in conferenza stampa davanti ai media: "Sono mesi che lavoriamo duramente col mio team, ogni settimana è diversa e qui in Croazia c’è stato un mix di fattori che mi ha permesso di raggiungere questo traguardo.

Ho giocato bene, magari il tabellone in base agli avversari è stato un po’ più semplice per me. Ho vinto tutte partite lottate che potevo perdere, dal primo turno in poi. Per me è un percorso lungo nel circuito maggiore, ci vorrà ancora tempo ma sono sulla buona strada" ha dichiarato.

"Sono soddisfatto e felice del risultato raggiunto qui in Croazia, penso di poter fare ancora di più. Penso sempre gara dopo gara, l’obiettivo ogni volta era di qualificarmi. Adesso sono in semifinale e Giocherò contro uno dei migliori di giocatori al mondo.

Mi può dare tanto come esperienza, mi può far crescere. Vedremo cosa succederà. Più vinci e più la confidenza in campo aumenta, specialmente in una competizione come questa, nel quale le condizioni a volte sono davvero difficili.

Ogni giorno ho avuto sensazioni sempre più buone e positive" ha aggiunto e concluso. Photo credit: Andre Ferreira.