Carlos Alcaraz inarrestabile: superato Novak Djokovic e 'asfaltato' Roger Federer



by   |  LETTURE 35939

Carlos Alcaraz inarrestabile: superato Novak Djokovic e 'asfaltato' Roger Federer

Non ha più freni Carlos Alcaraz. Il tennista di Murcia continua ad impressionare per il livello che esprime nei match disputati, che gli permette non solo di vincere tornei importanti, ma anche di scalare il ranking.

Per quanto riguarda i trofei, sono già quattro quelli che ha messo in bacheca: due ATP 500 (Rio e Barcellona) e due Masters 1000 (Miami e Madrid). Il numero due spagnolo ha perso una sola finale in questa stagione: ad Amburgo, è Lorenzo Musetti ad imporsi in tre set, conquistando il primo titolo ATP della carriera.

Nonostante la sconfitta, però, arriva la gioia per il murciano, che ha raggiunto il nuovo best ranking: nuovo numero 5 e primo ingresso nella top-5 del ranking. Con questo nuovo obiettivo, il numero due spagnolo ha segnato un nuovo record: è l’ottavo tennista più giovane a raggiungere la top 5 della classifica mondiale.

Come riporta Punto de Break, davanti a lui ci sono tanti ex numeri uno del mondo: da Andre Agassi a Boris Becker, da Björn Borg fino al connazionale Rafael Nadal. Lo spagnolo, tuttavia, supera gli altri due membri dei Big 3: Novak Djokovic è entrato nella top 5 a 19 anni e 11 mesi, Roger Federer a 21 anni e 5 mesi; della top-10 dei più giovani, invece, superati Jimmy Arias e Andrei Medvedev.

Questa è la classifica completa:

  1. Michael Chang: 17,46
  2. Boris Becker: 17,89
  3. Andre Agassi: 18,22
  4. Björn Borg: 18,31
  5. Mats Wilander: 18,63
  6. Rafael Nadal: 18,93
  7. Pete Sampras: 19,16
  8. Carlos Alcaraz: 19,22
  9. Jimmy Arias: 19,65
  10. Andrei Medvedev: 19,71

Le parole di Alcaraz sulla top-5

Carlos Alcaraz, quindi, è il nuovo numero 5 del mondo: scavalca Casper Ruud, vincitore sulla terra rossa di Gstaad, e si posiziona dietro Daniil Medvedev, Alexander Zverev e Rafael Nadal, ancora numero uno di Spagna.

Intervistato dall’ATP Tour, il vincitore di due Masters 1000 ha parlato dell’ingresso nella top-5 del ranking e di quanto questo risultato sia importante, specificando però che il suo vero obiettivo è un altro.

"Significa molto. - ha detto il numero due spagnolo - Il duro lavoro che metto ogni giorno per raggiungere i miei sogni, [essere] numero 1, e piano piano sto raggiungendo il mio sogno. La top five per me è davvero sorprendente e continuerò a lavorare per essere n. 1"