"Un percorso incredibile": le parole di Carlos Alcaraz dopo la sconfitta vs Musetti



by   |  LETTURE 32574

"Un percorso incredibile": le parole di Carlos Alcaraz dopo la sconfitta vs Musetti

Lorenzo Musetti ha vinto al primo tentativo in finale un torneo Atp. Il tennista carrarino giganteggia con una finale maiuscola contro la stella del tennis mondiale Carlos Alcaraz e vince dopo una grande battaglia. Per Alcaraz è la prima sconfitta in finale, sfuma così la possibilità di diventare fin da domani nuovo numero 4 al mondo.Ecco le dichiarazioni nel post gara del talento spagnolo: "Congratulazioni sentite a Musetti, abbiamo giocato tanti anni fa la prima volta ed ha meritato di vincere questo torneo.

Lui ha un team incredibile e merita questa vittoria. Siamo partiti dalle juniores ed oggi abbiamo giocato una finale in un torneo 500, tutto ciò è fantastico. Ringrazio ancora una volta il mio team per questo risultato, lavoriamo duramente per ottenere questi risultati e lavorare per vincere i tornei.

Ringrazio i fan e gli organizzatori del torneo che mi hanno trattato in maniera fantastica. È bello essere qui con voi. Ringrazio di nuovo il pubblico, è stato incredibile lottare qui per il titolo, ci vediamo presto"

Una sconfitta per certi versi inaspettata, soprattutto dopo quello che era successo nel secondo set. Sotto 6-3 nel tiebreak Carlos ha inanellato cinque punti di fila, reagendo alla grande e dimostrando il suo grande talento.

Non solo Alcaraz, le parole di Musetti dopo il match

Dopo un match molto caldo Musetti ha portato a casa una grandissima vittoria, inaspettata all'inizio. Nel post partita il tennista ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Non è facile parlare dopo una finale come questa.Prima di tutto voglio congratularmi con Carlos, un giocatore incredibile che ha salvato tanti match point oggi.

Sei un grande lavoratore e mi ispiri molto. I sacrifici che faccio per questo sport sono ispirati anche da te, hai un grande team e ci tengo a congratularmi anche con loro”. Una rivalità tra i due che è iniziata nel periodo juniores e che dopo oggi può verificarsi anche nel circuito maggiore, o almeno è un augurio per il tennis italiano. Musetti, dopo Berrettini e Sinner, si candida ad innalzare il nostro sport a vette ancora più alte.