Insulti e minacce dopo la sconfitta, Maestrelli si sfoga sui social: "Siamo persone"

Il tennista italiano riporta tutti gli insulti e le minacce fa un invito agli scommettitori di smettere

by Martina Sessa
SHARE
Insulti e minacce dopo la sconfitta, Maestrelli si sfoga sui social: "Siamo persone"

In un video pubblicato dalla pagina Instagram “Backstage Tennis”, il giovane tennista azzurro Francesco Maestrelli ha voluto raccontare tutta la verità. Con un telefono in mano, l’italiano ha deciso di riportare a voce tutti gli insulti e le minacce che gli sono stati riservati dopo la sconfitta alle qualificazioni di Bastad contro Dzumhur. Riporta tutti gli insulti: quelli che riguardano lui e la sua famiglia, l’augurio di malattie, gli attacchi omofobici.

Dopo un lungo elenco di cronaca social, Maestrelli fa un invito a tutti quelli che lo stanno ascoltando e lo stanno vedendo. “Questo è tutto quello che mi arriva ogni volta che perdo una partita da delle persone che probabilmente non sanno chi sono, come sono fatto e tantomeno come gioco a tennis.

Che periodicamente scommettono sui risultati delle mie partite e si permettono di scrivermi tutto questo soltanto perché non hanno vinto la loro scommessa. Io spero tanto che le cose cambino. Anche noi siamo delle persone in fondo, oltre ad essere degli sportivi”, dice Maestrelli guardando la telecamera.

Una questione comune

Il video è stato girato in collaborazione con una pagina social che ha lo scopo di raccontare, da come si evince dal nome, il dietro le quinte di questo sport. Il bello e, come in questo caso, il brutto del circuito professionistico.

“È un’iniziativa che anche altri giocatori dovrebbero fare. Tutti i tennisti ricevono questo tipo di attacchi ogni volta che si perde”, dice in un’intervistata rilasciata a La Gazzetta dello Sport dopo la pubblicazione del video.

“Siamo tutti sulla stessa barca, giocatori come Lorenzo e Matteo subiscono cose ancora peggiori per via della loro notorietà”, prosegue Maestrelli facendo riferimento a Musetti e Berrettini. I due, infatti, sono stati tra i tennisti azzurri più bersagliati sui social dalle accuse.

Non tanto quelle dei scommettitori, ma quanto di chi li accusava di non dare il meglio sul campo da tennis: in periodi di cali fisici e tennistici, i due sono stati bersagliati presso i loro profili social, accusando anche le rispettive compagne di essere fonti di distrazioni. Photo credits: @francesco_maestrelli

SHARE