Dal caso Verdasco alla wild card per Tomic: Kyrgios all'attacco sui social

Il tennista australiano ha commentato alcune scelte che sono state fatte o potrebbero essere fatte in vista degli Australian Open

by Martina Sessa
SHARE
Dal caso Verdasco alla wild card per Tomic: Kyrgios all'attacco sui social

Manca meno di un mese al primo grande appuntamento della nuova stagione di tennis: gli Australian Open. L’entry list del primo torneo del Grande Slam, con tutti i protagonisti presenti: Carlos Alcaraz per tenere la vetta e sperare nella doppietta Slam; Rafael Nadal per la difesa del titolo; Novak Djokovic segna il grande ritorno dopo la vicenda dello scorso gennaio.

Oltre alle grandi stelle, è uscita anche l’entry list di coloro che giocheranno le qualificazioni: tra questi, c’è anche Fernando Verdasco. Il giocatore spagnolo è stato trovato positivo ad un controllo antidoping ed è stato bannato per due mesi, in accordo con l’ITIA.

Una sospensione che termina prima della tappa di Melbourne: una notizia che Nick Kyrgios non sapeva. Per questo ha deciso di commentare il post del giornalista José Morgado: “Verdasco non era sospeso?”, ha chiesto l’australiano.

Il giornalista ha spiegato: “La sospensione finisce prima degli Australian Open”. Kyrgios non ha preso bene la notizia, trasformandola in polemica: “Perché? Pensando che si finisce per migliorare la propria prestazione, sono due anni?”.

Allora il giornalista ha spiegato che quello di Verdasco non è doping, ma un mancato a un’esenzione che lui aveva già ottenuto.

Momento Tomic

Sempre sotto lo stesso tweet, si è passati dalle qualificazioni al tema delle wild card.

Oltre al già annunciato Dominic Thiem, le altre per il tabellone principale sono andate a Alexei Popyrin, Jason Kubler e Rinky Hijikata. Ancora da assegnare quelle per le qualificazioni, dove potrebbe palesarsi il nome di un australiano, Bernard Tomic.

Un utente, allora, ha chiesto al connazionale di Kyrgios se Tomic meriti questa wild card. Il vincitore del torneo di doppio degli Australian Open non si è fatto scappare l’occasione di rispondere con sincerità su quello che è diventato oramai un ‘nemico giurato’: “Hahahahaha NO NON LA MERITA”, scrive Kyrgios in caps lock, a voler ribadire un concetto oramai chiaro a tutti.

Photo credits: Atptour.com

Australian Open
SHARE