Iga Swiatek rinuncia alla Billie Jean King Cup e attacca WTA e ITF: "Non è salutare"



by   |  LETTURE 4188

Iga Swiatek rinuncia alla Billie Jean King Cup e attacca WTA e ITF: "Non è salutare"

C’è una grande protagonista nel circuito femminile e risponde al nome di Iga Swiatek. La tennista polacca, numero uno del mondo da quando Ash Barty ha detto addio al tennis, sta dominando su quasi tutti i fronti: vincitrice di due titoli del Grande Slam, si è imposta anche sui titoli 1000 cui ha partecipato sin da inizio della stagione.

Con il doppio dei punti rispetto alla seconda, era inevitabile anche la sua qualificazione alle Wta Finals di fine stagione. Un calendario intenso, ma che la vincitrice degli Us Open ha criticato duramente in una recente conferenza stampa.

"Parliamo di un problema. Non sono affatto contenta. Il fatto che ITF e WTA non stiano collaborando mi preoccupa. Farò tutto quello che è nelle mie mani per far cambiare le cose. Non voglio si ripeta. Nel 2021 è successa la stessa cosa, ecco perché alcune giocatrici sono state costretta a prendere una decisione.

Non è giusto", aveva detto la numero uno del mondo. Un messaggio che ha ribadito sui social, essendo proprio il calendario il motivo che ha portato Iga Swiatek a rinunciare alla Billie Jean King Cup.

Il ritiro e la critica severa

Dall’8 novembre la BJKC entra nel vivo con le fasi finali del torneo, dove tra le migliori dodici Nazioni del mondo c’è anche la Polonia di Iga Swiatek.

La numero uno polacca, tuttavia, non sarà presente per motivi di calendario e, per tale ragione, si scaglia nuovamente contro WTA e ITF. “Ci ho pensato molto e ho discusso molto con il mio team, ma non sarò in grado di giocare la Billie Jean King Cup a Glasgow.

E questo mi rende triste. Mi dispiace molto, perché giocherei per la Polonia ogni qualvolta sia possibile e darei sempre il mio massimo. Giocare in Polonia quest’anno è stato un onore e speravo di poterlo fare di nuovo alla fine della stagione.

Sono delusa che gli organi decisionali non sono arrivati a un accordo sul qualcosa di così fondamentale come il calendario dei tornei, dandoci solo un giorno per viaggiare attraverso il mondo e cambiando fusi orari.

La situazione non è sicura per la nostra salute e potrebbe causare infortuni. Parlerò con WTA e ITF per provare a cambiare qualcosa. Questa situazione è difficile non solo per giocatrici come me, ma per moltissimi fan de tennis che supportano il nostro sport”: questo ha scritto sulle proprie storie di Instagram.