Us Open, Kyrgios trova Khachanov ai quarti: riemerge la polemica social tra i due



by   |  LETTURE 7742

Us Open, Kyrgios trova Khachanov ai quarti: riemerge la polemica social tra i due

A New York, sono stati già decretati i quarti di finale degli Us Open. Sono otto i migliori giocatori che si contendono i quattro posti disponibili delle semifinali dell’ultimo Grande Slam della stagione. Nella parte alta del tabellone, in particolare, sono emerse sorprese eclatanti.

Non c’è Stefanos Tsitsipas, ma altri due finalisti Slam si scontreranno ai quarti: Matteo Berrettini affronterà Casper Ruud. L’altro quarto della parte alta, invece, è la vera sorpresa: sarà Nick Kyrgios, che ha sconfitto il detentore del titolo Daniil Medvedev, contro Karen Khachanov, che ha trionfato a seguito di una maratona contro Pablo Carreno Busta.

Una sfida che va oltre il semplice campo da tennis. I due, infatti, si sono scontrati anche sui social, quando la pandemia Covid impediva il regolare proseguimento dei tornei di tennis. In risposta, era stato organizzato il noto Adria Tour: una manifestazione che Nick Kyrgios aveva criticato duramente; meno severo, invece, Khachanov.

La polemica social

Il tema della polemica era l’Adria Tour e delle conseguenze che quella manifestazione ha portato: in particolare, quale fosse la responsabilità dei giocatori coinvolti. “Credo che tu sia un bravo ragazzo e non ho problemi con te.

Il fatto però che tu sia seduto a scrivere diversi commenti in merito ai giocatori mi fa pensare che sia tu il problema”: aveva scritto il russo sui giocatori coinvolti, da Novak Djokovic a Dominic Thiem, passando per Borna Coric, altro giocatore con cui Kyrgios ha avuto un duro scambio sui social in tale occasione.

“Pensi che quello che abbiano fatto i giocatori sia stato furbo? Vorrei avere una conservazione intelligente con te, ma non credo possa essere più efficace di come tu colpisca la palla. Sto solo ritenendo i giocatori responsabili di quello che è successo”: questo aveva risposto l’australiano.

Il russo non ha esitato a rispondere all’accusa: “La prossima volta che hai intenzione di criticare la mia intelligenza, leggi un libro, invece di giocare ai videogiochi tutto il giorno”.