Nick Kyrgios ancora in guai legali: nuova denuncia per l'australiano



by   |  LETTURE 6355

Nick Kyrgios ancora in guai legali: nuova denuncia per l'australiano

Nick Kyrgios è sempre e comunque al centro dell’attenzione dei media, ma ultimamente anche dei tribunali. Il tennista di Canberra è stato denunciato dalla sua ex fidanzata, Chiara Passari, per violenza domestica nel dicembre scorso e dovrà affrontare il processo nella sua Australia.

Mentre quest’ultimo, però, è stato slittato di sei settimane, evitando così la coincidenza temporale con gli US Open, una nuova denuncia pende sul tennista vincitore del torneo di Washington. Ad accusare Kyrgios è Anna Palus e la denuncia è per diffamazione per i fatti risalenti ai tempi della finale di Wimbledon.

Al Center Court si svolgeva la finale tra Novak Djokovic e Nick Kyrgios. Dopo un primo set giocato ad alto livello e vinto dall’australiano, con il passare del tempo il serbo ha accresciuto sempre più il suo livello di gioco, imponendosi nei restanti tre parziali.

A favorire la vittoria dell’ex numero uno, è subentrato anche un nervoso Kyrgios, che ha cominciato ad inveire con il pubblico: in particolare, con una tifosa che “sembrava ubriaca”, a dire del finalista di Wimbledon.

I fatti di Wimbledon e la denuncia

Il finalista di Wimbledon si era lamentato, durante la finale di Wimbledon persa contro Novak Djokovic, di essere deconcentrato a causa di persone che alle sue spalle parlavano durante i punti.

Quando l’arbitro ha chiesto di identificare il soggetto, Kyrgios aveva indicato la ragazza e aveva aggiunto: "Quella con il vestito, quella che sembra aver bevuto circa 700 drink, fratello!" La tifosa polacca indicata ha deciso di denunciare il tennista di Canberra: l’accusa è quella di aver ricevuto sia un danno patrimoniale, essendo stata scortata fuori dallo stadio, sia un danno d’immagine.

“La falsa accusa del signor Kyrgios è stata trasmessa e letta da milioni di persone in tutto il mondo, causando a me e alla mia famiglia danni e angoscia molto sostanziali", ha scritto nel comunicato la tifosa oggetto delle ingiurie di Kyrgios, come riportato da Fanpage.

Come riportato da Reuters, la tifosa Anna Palus ha voluto specificare anche gli scopi successivi della sua denuncia: ha dichiarato che donerà il risarcimento qualora vincesse la causa legale e che andrà fino alla Corte Suprema, se necessario.