Raducanu, bagel a Serena Williams. Ecco tutte le altre a riuscirci



by   |  LETTURE 3671

Raducanu, bagel a Serena Williams. Ecco tutte le altre a riuscirci

Oltre a 'guidare' Serena Williams nel penultimo ballo nel circuito maggiore, Emma Raducanu si è unita ristrettissima cerchia dopo il primo turno del '1000' di Cincinnati. Con il 6-4 6-0 confezionato alle porte dei settanta minuti di gioco, la stellina britannica - chiamata tra una manciata di settimane a difendere il successo a Flushing Meadows, per ora rimasto isolato - è diventata appena la nona giocatrice nella storia a rifilare un 'bagel' alla ventitré volte campionessa Slam.

Bisogna riavvolgere il nastro al 1997 per trovare il primo: a riuscirci sul mattone rosso di Bois de Boulogne al terzo turno era stata Mary Joe Fernandez, che aveva chiuso la sfida sul 6-1 3-6 6-0. Sei anni dopo un altro 6-0 nella sconfitta contro Jelena Janovic in semifinale a Dubai.

Due vittorie e sette sconfitte dopo uno 0-6: tutti i dati

Datata 2007 la prima delle due vittorie. Contro Justin Henin in finale a Miami. La campionessa statunitense, che aveva appunto perso il primo set, era alla fine riuscita a spuntarla al terzo.

Poco indicativo, ma comunque sensato dal punto di vista statistico, il 6-0 3-0 condito dal ritiro della statunitense a Zurigo nello stesso anno contro Patty Schnyder al primo turno. C'è anche un precedente contro la 'sorellona' Venus nel round robin delle Finals del 2008 in una partita poi vinta appunto dalla maggiore delle sorelle Williams 5-7 6-1 6-0.

La seconda e ultima vittoria nel circuito maggiore contro Anabel Medina Garrigues nel 2013 (6-3 0-6 7-5) sul rosso di Madrid nel 2017. Raducanu si unisce quindi anche ad Halep (6-0 6-2 alle Finals nel 2014) e a Johanna Konta, che nel 2018 a San Jose aveva abbattuto la scadente resistenza della campionessa statunitense - vincolata da un problema fisico - con un mostruoso 6-1 6-0.

Per Serena Williams quella a Flushing Meadows sarà ovviamente la passerella finale. Ambizione principale, a bocce completamente ferme, regalarsi almeno un'altra vittoria: date le circostanze ovviamente le possibilità potrebbero assottigliarsi a seconda dell'avversaria che presenzierà dal lato opposto della rete. Photo Credit: Getty Images