Lo strano primato di Daniil Medvedev: superati Marat Safin e Juan Carlos Ferrero

Dopo i pochi tornei disputati e l'ostacolo Wimbledon, Daniil Medvedev difende la prima posizione del ranking ATP

by Martina Sessa
SHARE
Lo strano primato di Daniil Medvedev: superati Marat Safin e Juan Carlos Ferrero

Daniil Medvedev non ha intenzione di lasciare la prima posizione del ranking, nonostante i pochi tornei disputati. Dopo la prima parte di stagione sul cemento australiano e statunitense, il tennista russo ha deciso di sottoporsi a un’operazione di ernia.

Con questa scelta, il numero uno del mondo ha precluso la maggior parte della stagione su terra rossa: ha disputato solo il torneo di Ginevra e il Roland Garros, dove non è andato oltre il quarto turno. Archiviata la pratica terra rossa, definita più volte ostile dallo stesso protagonista, il numero uno del mondo si è concentrato sull’erba, giocando i tornei preparatori a Wimbledon: dal Libema Open all’ATP di Halle, dove ha raggiunto in ambedue la finale, ma perdendo l’ultimo atto, finendo a Mallorca.

Essendo russo, tuttavia, Medvedev non ha potuto partecipare al terzo torneo del Grande Slam per via della decisione degli organizzatori di escludere i giocatori russi e bielorussi, causa la guerra in corsa in Ucraina. La risposta dell’ATP a Wimbledon è stata quella di non assegnare punti per questo Slam: grazie a questa decisione, il vincitore degli US Open ne ha beneficiato ed è riuscito a tenere la vetta del ranking per più settimane, segnando un nuovo obiettivo.

Obiettivo dieci settimane raggiunto

Sono dieci le settimane complessive in cui Daniil Medvedev è stato il numero uno del mondo. Le prime settimane risalgono a febbraio, quando l’ex numero uno, Novak Djokovic, non ha potuto disputare i tornei della prima parte della stagione, causa la decisione del serbo di non vaccinarsi.

Con gli scarsi risultati del russo e il ritorno del vincitori di 21 titoli Slam, c’è stato il controsorpasso, durato però per poco: persi i punti del Roland Garros, è arrivato il calo di Djokovic e il ritorno in vetta del vincitore dell’ATP Finals del 2021.

Con le dieci settimane di primato, Medvedev stacca altri giocatori nella classifica di giocatori che sono stati meno in vetta al ranking. In particolare, sorpassa il suo connazionale Marat Safin, fermo a nove settimane dopo aver vinto gli US Open contro lo statunitense Pete Sampras.

Daniil Medvedev Wimbledon
SHARE