Ernests Gulbis vince e sbeffeggia l'avversario: "Impara a giocare"



by   |  LETTURE 37647

Ernests Gulbis vince e sbeffeggia l'avversario: "Impara a giocare"

Dopo aver battuto Roger Federer e conquistato le semifinali al Roland Garros nel 2014, Ernests Gulbis non è più riuscito a esprimere il suo talento con continuità. Il tennista lettone ha vinto 6 titoli ATP, ottenuto importanti successi contro Federer e Novak Djokovic nel corso della sua carriera e impensierito Rafael Nadal sulla terra battuta in più di un’occasione.

Il definitivo salto di qualità, considerando l’enorme potenziale, non è mai arrivato. Gulbis sta provando a ritagliarsi il suo spazio nel circuito Challenger per provare a raggiungere, ancora una volta, la top 100.

L’ex top ten ha già dimostrato di poter scalare la classifica e alzare il livello. Una decina di anni fa, dopo essere sceso fino alla 160esima posizione del ranking, ha avuto la forza di ritrovare i vertici del tennis; mentre tra il 2018 e il 2019, quando ha dovuto fare i conti con un serio infortunio al gomito, ha addirittura guadagnato più di 500 posizioni.

Gulbis torna a far discutere: l'episodio avvenuto a Trieste

Lo scorso febbraio, Gulbis ha deciso di affidarsi al Piatti Tennis Center di Bordighera, guidata da Riccardo Piatti, per migliorare la sua forma fisica e rilanciarsi ad alti livelli.

Il lettone è attualmente impegnato al Challenger di Trieste e ha fatto parlare di sé al termine del match che gli ha permesso di agguantare il main draw. Gulbis ha sconfitto in due set il 23enne Matteo Martineau e affronterà Santiago Rodriguez Taverna al primo turno.

Dopo aver battuto il francese, Gulbis ha rivolto alcune parole poco sportive al suo avversario durante la stretta di mano. “Io ho vinto e tu hai perso. Impara a giocare a tennis, amico. Oggi, se devo essere sincero, ho giocato malissimo e ti ho battuto lo stesso” , ha dichiarato Gulbis nelle parole raccolte da Punto de Break.

Gulbis tornerà in campo quest'oggi e farà il suo esordio nel tabellone principale sul Grand Stand. Il lettone dovrà attendere i match tra Matheus Pucinelli de Almeida e Zhizhen Zhang e quello tra Salvatore Caruso e Giovanni Oradini.