Challenger di Parma, paura per Caruso: attacco di panico per l'azzurro

Spavento per ciò che è successo all'Emilia-Romagna Tennis Cup per Caruso, che ha deciso di ritirarsi dal torneo

by Martina Sessa
SHARE
Challenger di Parma, paura per Caruso: attacco di panico per l'azzurro

Sono stati momenti di paura a Parma per Salvatore Caruso. Nel Challenger di Montechiarugolo, un paese nella provincia dell’Emilia-Romagna, si disputava il primo turno tra due giocatori italiani: Alessandro Giannessi e Salvatore Caruso.

Quest’ultimo, 32enne nato ad Avola, si era ritrovato al centro dell’opinione pubblica internazionale per via della sua presenza agli Australian Open: era il lucky loser (dopo aver perso all’ultimo turno di qualificazioni contro Taro Daniel) ripescato per il primo Grande Slam della stagione per via del ritiro di Novak Djokovic, dovuto alla decisione del tribunale di Melbourne di non concedergli il visto per entrare sul suolo australiano causa scelta di non vaccinarsi contro il Covid19.

"Diciamo che sono diventato il lucky loser più famoso della storia”: aveva dichiarato a Melbourne dopo la vicenda che lo aveva coinvolto indirettamente. Dopo l’evento australiano e la sconfitta a Melbourne con un altro serbo, Miomir Kecmanovic, tanti Challenger per il numero 205 del mondo, che ha deciso di giocare questa settimana a Parma, sulla terra battuta emiliana.

Una partita che, tuttavia, non è riuscito a portare a termine a causa di un attacco di panico nel quinto game del secondo set.

L'attacco di panico e la ripresa

Nel primo match del torneo, sul punteggio di 6-3, 3-1, il tennista italiano si è accasciato al suolo: il giudice di sedia ha deciso di interrompere subito il gioco e di chiamare i soccorsi.

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, Caruso è rientrato negli spogliatoi per risolvere la tachicardia; solo quando la situazione è stata sotto controllo, è tornato sul campo sulle proprie gambe, a testimonianza del fatto che non fosse nulla di grave.

Sebbene si sia ripreso, per motivi precauzionali, Salvatore Caruso ha deciso comunque di ritirarsi dal match contro Giannessi e abbandonare l’Emilia-Romagna Tennis Cup. Il numero 203 del mondo, beneficiato del ritiro, affronterà nel secondo turno il vincente tra Zapata Mirelles, testa di serie numero sette del torneo, e Kovalik.

Photo credits: @sabbocaruso (Instagram)

Challenger
SHARE