Iga Swiatek scende in campo per l'Ucraina: sfiderà un'ex finalista Slam



by   |  LETTURE 3931

Iga Swiatek scende in campo per l'Ucraina: sfiderà un'ex finalista Slam

La sua solidarietà verso il popolo ucraina è stata ribadita a più riprese, anche durante la premiazione al Roland Garros. Adesso il prossimo passo che vuole compiere è proprio quello di scendere in campo per il Paese, in un match di esibizione di beneficienza.

Iga Swiatek ha dato la sua ampia disponibilità a una bellissima iniziativa per aiutare l'Ucraina, ancora alle prese con la guerra contro la Russia: l'idea nasce dalla fondazione United 24, i cui ambasciatori sono la tennista Elina Svitolina e il calciatore Andriy Shevchenko.

Secondo le attuali indiscrezioni dell'evento la numero uno del ranking mondiale Wta sfiderà in un match di esibizione l'ex finalista Slam Agnieszka Radwanska, che si è ritirata nello scorso 2018. La polacca si è tolta comunque diverse soddisfazioni nella sua carriera (Wimbledon 2012 con la finale, due semifinali agli Australian Open e il secondo posto in classifica).

Secondo Eurosport la partita si svolgerà il 23 giugno a Cracovia, anche se il team comunicazione di Swiatek ha dichiarato che tutti i piani per questo progetto non sono stati ancora completati (ultimi dettagli e novità attesi nei prossimi giorni).

Wimbledon prossimo obiettivo

La vincitrice di sei titoli consecutivi nel circuito ha annunciato nelle scorse ore attraverso il proprio account Twitter di essersi cancellata dal Wta 500 di Berlino: "A causa di un ricorrente dolore che sento da giorni alla spalla, purtroppo devo comunicarvi il forfait dal torneo tedesco.

Mi dispiace non poter giocare lì. Mi concentrerò sul recupero e sul riposo, con l'obiettivo di essere pronta per Wimbledon" ha commentato.

Prossimo obiettivo sarà dunque il terzo Grande Slam della stagione: "Quando inizierà, mi concentrerò solo a superare le prime partite.

Non ho intenzione di pensare alla serie di vittorie consecutive, non mi aiuta. Ora ho più tempo per me stessa e voglio riposare il più possibile. Non voglio forzare me stessa per essere motivata, voglio rilassarmi e non pensare alla competizione.

La mia testa ne ha abbastanza, perché ho pensato alla competizione così tanti giorni che ora devo fermarmi un po'" aveva dichiarato in una delle sue ultime conferenze stampa Swiatek.