Alexander Zverev, svelati i tempi di recupero dopo l'infortunio al Roland Garros



by   |  LETTURE 15461

Alexander Zverev, svelati i tempi di recupero dopo l'infortunio al Roland Garros

La delusione resta tanta per un bruttissimo infortunio accaduto proprio nel corso di una semifinale del Grande Slam, che stava giocando a viso aperto con ancora chances di vittoria. Alexander Zverev deve presto dimenticare il rammarico dell'opportunità persa all'edizione 2022 del Roland Garros e pensare esclusivamente alla riabilitazione dopo la caduta nel match contro il campione spagnolo Rafael Nadal che ha messo kappaò la sua caviglia.

Dalle prime ricostruzioni e immagini postate dal tennista, sembrerebbe a tutti gli effetti una distorsione di secondo grado, alla quale il team vuole procedere con calma e senza fretta, per riportare il proprio atleta in campo nelle migliori condizioni.

Secondo quanto riportato dall'Equipe, i tempi di recupero del nativo di Amburgo si aggirano intorno ai due mesi (dalle sei alle otto settimane, anche per evitare ulteriori complicazioni al rientro nel circuito). Dunque, con ogni probabilità, Sascha salterà il prestigioso appuntamento su erba di Wimbledon, terzo Slam della stagione, per concentrarsi sul recupero.

Una notizia che ovviamente toglierà un altro tennista importante dalla lista degli iscritti. In base al tempo stimato, l'obiettivo del tedesco è ritornare a giocare nella tournée americana per prendere confidenza con la superficie ed essere pronto e arrivare in buona forma agli Us Open, Slam che può mettere nel mirino visti i risultati dello scorso anno.

Infatti, diversi i risultati di rilievo ottenuti dal 25enne sul cemento: dalla vittoria a Cincinnati, passando per la semifinale a Flushing Meadows, alla conquista delle Nitto Atp Finals a Torino.

Buone notizie per Zverev

Dalla prossima settimana Alexander guadagnerà una pesantissima posizione nel ranking mondiale Atp, dato che ogni giocatore perderà i punti ottenuti al Roland Garros nel 2021.

Il russo Daniil Medvedev tornerà numero uno e il tedesco si piazzerà in seconda, seguito poi dal serbo Novak Djokovic, che ha vinto la scorsa edizione del torneo parigino e non è riuscito a difendere il titolo.

La situazione sarà sempre in aggiornamento e aperta a cambiamenti, considerando che Wimbledon non assegnerà punti nel 2022.