Tennis in lutto: è scomparso Gianni Clerici



by   |  LETTURE 6037

Tennis in lutto: è scomparso Gianni Clerici

È di pochi minuti fa una notizia tristissima che scuote il mondo del tennis: quest’oggi si è spento Gianni Clerici, morto a Bellagio all’età di 91 anni. Firma iconica del giornalismo italiano, Clerici ha saputo raccontare questo sport forse meglio di chiunque altro in Italia.

Per la quantità ma soprattutto la qualità dei suoi scritti, il lavoro di Gianni Clerici è stato però riconosciuto anche a livello internazionale quando nel 2006 il suo nome è stato inserito nella International Tennis Hall of Fame, prestigiosa onorificenza destinata ai tennisti più forti di tutti i tempi e, in generale, a tutti i personaggi che hanno contribuito a onorare il tennis mondiale.

L'ammissione all'International Tennis Hall of Fame è il maggiore riconoscimento in ambito tennistico e Clerici è stato il secondo italiano a riceverlo dopo la leggenda azzurra Nicola Pietrangeli.

Il Clerici tennista e il Clerici giornalista

Prima di affermarsi come divulgatore di questo sport, Gianni Clerici ha anche condotto una breve carriera da giocatore.

Nel corso della sua attività tennistica, ha vinto due titoli nazionali juniores di doppio con Fausto Gardini (1947 e 1948) e sempre da juniores ha raggiunto la finale del singolare nel 1950. Sempre nel 1950 ha conquistato la "Coppa de Galea" a Vichy, bissando tale successo nel 1952 al "Monte Carlo New Eve Tournament".

Come singolarista ha partecipato ai tornei di Wimbledon (1953) e Roland Garros (1954), fermandosi sempre al primo turno. Quanto alla sua attività di giornalista, dopo aver collaborato dal 1951 al 1954 con La Gazzetta dello Sport, e nel 1954 con Sport Giallo e Il Mondo, Clerici nel 1956 divenne inviato e poi editorialista de Il Giorno, col quale ebbe un rapporto di collaborazione fino al 1988.

Dal 1988 collaborava con L'Espresso e la Repubblica. Ha scritto più di 6000 articoli sportivi ed è stato uno dei commentatori tecnici italiani più importanti, al fianco di Rino Tommasi. Nel 2002 lo stile delle loro telecronache è stato messo in risalto anche dal settimanale americano TIME in un articolo dal titolo “Tennis, Italian Style” .

Nel 1987 ha vinto il “Premio Vallecorsi” come miglior giornalista italiano dell'anno, e nel 1992 il premio “Penna d'Oro” come miglior editorialista italiano. Fino ad oggi, giorno della sua dipartita, scriveva per il quotidiano la Repubblica.

Durante l'edizione di Wimbledon 2011, la storica coppia Tommasi-Clerici viene sciolta dalla decisione di Sky di far commentare le partite dello Slam inglese dagli studi di Milano e non più “dal posto” a Londra.

Clerici ha comunque continuato a scrivere per la Repubblica durante il corso del torneo. Alla famiglia e ai cari di Gianni Clerici vanno le più sentite condoglianze di tutta la redazione di Tennis World Italia.