Match fixing - ITIA: sei tennisti squalificati e condannati in Spagna



by   |  LETTURE 1658

Match fixing - ITIA: sei tennisti squalificati e condannati in Spagna

L’ombra del match fixing si abbatte ancora una volta sul circuito ITF. Sono due le notizie che hanno scosso il mondo del tennis e richiamato l’attenzione dell’International Tennis Integrity Agency, che da anni lotta contro questa brutta pratica.

Sei tennisti spagnoli sono stati squalificati dopo essere stati condannati penalmente dal tribunale locale per partite truccate. Si tratta di Marc Fornell Mestres, Jorge Marse Vidri, Carlos Ortega, Jaime Ortega, Marcos Torralbo e Pedro Bernabe Franco.

Tutti hanno ammesso le proprie colpe. Le pene più severe hanno colpito Mestres, Vidri e Ortega. Il primo ha ricevuto una squalifica di 22 anni e una multa di 250mila dollari; il secondo e il terzo non potranno giocare per 15 anni e dovranno pagare 150mila dollari.

A nessuno dei tennisti sopracitati sarà permesso giocare o partecipare a qualsiasi evento di tennis autorizzato da qualsiasi organi di governo del tennis internazionale.

Giudice di sedia portoghese squalificato a vita per match fixing

Jonny Gray, CEO dell’ITIA, ha dichiarato: “Questa è una delle più significative infiltrazioni nel tennis da parte della criminalità organizzata che abbiamo visto.

Accogliamo con favore il coinvolgimento delle forze dell’ordine e il perseguimento di intere reti criminali, non solo dei giocatori. Questa sentenza manda un forte messaggio che il match fixing è un crimine che può portare a condanne penali”.

L’altra brutta notizia riguarda invece un giudice di sedia portoghese. Daniel Zeferino è stata squalificato a vita per aver truccato diverse partite e manipolato il punteggio attraverso l’apposito dispositivo elettronico in un evento M15 tenutosi nel 2020.

Il portoghese ha facilitato la vittoria di alcuni scommettitori privati e non potrà più arbitrare alcun incontro ufficiale. La nota giornalista Reem Abulleil ha pubblicato la notizia sul proprio account Twitter.

"Il giudice di sedia portoghese Daniel Zeferino è stato squalificato a vita dopo essere stato ritenuto colpevole di match fixing. Le accuse si riferiscono alla manipolazione dei punteggi inseriti nel suo dispositivo elettronico in un evento ITF M15 nel 2020, facilitando le vittorie di alcuni scommettitori privati" . I principali organi del tennis mondiale, negli ultimi anni,