ATP Roma, Di Maio si esprime sulla possibile esclusione dei tennisti russi

Il governo italiano intende bandire russi e bielorussi dal Masters 1000 di Roma

by Antonio Frappola
SHARE
ATP Roma, Di Maio si esprime sulla possibile esclusione dei tennisti russi

La decisione presa dagli organizzatori del torneo di Wimbledon, che hanno deciso di escludere i tennisti russi e bielorussi dai Championships, potrebbe scatenata una reazione a catena da parte dei Paesi “alleati” .

Negli ultimi giorni, i giornalisti de Il corriere della Sera hanno infatti lanciato una incredibile indiscrezione. Stando a quanto scritto dal famoso quotidiano italiano, il Presidente del Consiglio Mario Draghi avrebbe intenzione di bandire russi e bielorussi dal Foro Italico, che sarà colorato di giallo e di azzurro per dimostrare la vicinanza del popolo italiano all’Ucraina.

Roma senza tennisti russi? Le parole di Luigi Di Maio

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha parlato proprio della prossima edizione degli Internazionali BNL d’Italia e della possibilità di escludere russi e bielorussi dal torneo.

“Ci coordineremo con tutti i nostri alleati. In questo momento è fondamentale dimostrare l’unita dell’Unione Europea, che condanna l’invasione russa in Ucraina. Non è nostra intenzione scatenare la terza guerra mondiale, così come la NATO non deve essere coinvolta nel conflitto.

Fatto sta che le sanzioni e l’isolamento della Russia sono l’unico strumento pacifico per fermare questa guerra e portare Putin al tavolo delle trattative. È questo il lavoro che stiamo facendo a livello internazionale.

L’unità dell’Europa è importante. Dobbiamo portare avanti una linea unica” . Adriano Panatta, ex tennista italiano, ha criticato la decisione di Wimbledon ed espresso il suo duro pensiero. "La trovo una stupidaggine, una str***, se posso utilizzare questo termine.Tra l'altro Daniil Medvedev e Andrey Rublev mi pare abbiano già dissentito da quanto sta facendo il loro Paese, sono due persone che fanno i tennisti come lavoro.

Un ingegnere russo che vive a Londra allora non dovrebbe più lavorare? È una stupidaggine ed è un'ipocrisia totale" . Vedremo quella che sarà la scelta del governo italiano nei prossimi giorni. Photo Credit: Getty Images

Atp Roma
SHARE