Alexandr Dolgopolov accusa Andrey Rublev: "È un bugiardo"

L'ex tennista ucraino ha attaccato duramente Rublev su Twitter

by Antonio Frappola
SHARE
Alexandr Dolgopolov accusa Andrey Rublev: "È un bugiardo"

“Ho fatto una dichiarazione sulla situazione e poi non ho più voluto rispondere ad altre domande, quindi ora farò un’altra dichiarazione e spero che possa rendere tutto più chiaro. Prima di tutto, non mi intendo di politica.

Non so niente, non leggo le notizie e non seguo in generale, perché lavoro duro per essere un tennista e questo è il mio lavoro. Ieri alcuni giocatori e io abbiamo avuto una call con Wimbledon, solo per parlare della situazione e cercare di trovare una soluzione.

Ad essere onesti, le ragioni che hanno portato all’esclusione non hanno senso e non c’è una logica in quello che hanno proposto. Avrei potuto capire se escludere i giocatori russi e bielorussi avesse un qualche impatto, ma non servirà a niente e non cambierà niente.

Quello che stanno facendo è una discriminazione nei nostri confronti” . Con queste parole, Andrey Rublev ha commentato la decisione presa dagli organizzatori di Wimbledon, che hanno bandito i tennisti russi e bielorussi dal prestigioso Slam londinese.

Dolgopolov attacca duramente Rublev

Le dichiarazioni di Rublev hanno scatenato a loro volta la reazione di Alexandr Dolgopolov. L’ex tennista ucraino si trova a Kiev e sta vivendo sulla propria pelle l’orrore della guerra.

“Le dichiarazioni di Rublev rappresentano il perfetto esempio del fatto che la decisione della federazione inglese sia quella giusta” ha scritto Dolgopolov sul proprio account Twitter. “Sta solo mentendo, in linea con ciò che fa il suo presidente e la sua propaganda, tutti i giorni.

Rublev ha giocato in doppio con un giocatore ucraino 10 giorni prima dell’inizio della grande guerra. Sa sicuramente cosa sta accadendo. Con quella frase voleva forse dire che l’Ucraina dovrebbe arrendersi? Rublev, prova a cercare una sola parola: Bucha.

Il tuo Paese sta conducendo un genocidio in Ucraina. Se affermi di non sapere nulla sulla situazione attuale e non seguire gli aggiornamenti, per quale motivo dovresti quindi donare il tuo premio in denaro e quali famiglie vorresti aiutare? Famiglie dei soldati russi? Sono sicuro che stanno soffrendo anche loro. Sii più preciso” .

Andrey Rublev
SHARE