Aleksandr Dolgopolov torna a Kiev per combattere: il messaggio sui social



by   |  LETTURE 2814

Aleksandr Dolgopolov torna a Kiev per combattere: il messaggio sui social

Alexandr Dolgopolov ha deciso di schierarsi per il proprio popolo. L’ex tennista ucraino ha raggiunto Kiev per combattere al fianco dei propri connazionali nella guerra che si sta verificando in terra ucraina, a seguito dell’invasione della Russia.

L’arrivo di “The Dog” nella capitale è stato documentato da un post sul suo profilo social, dove ha spiegato perché ha raggiunto Kiev solo in un secondo momento. Nella prima parte del messaggio, Dolgopolov ha spiegato che la sua prima preoccupazione sono stati i familiari: per questo motivo, ha portato sua sorella e sua madre in Turchia.

Una volta messa al sicuro i propri affetti, la strategia dell’ex numero 13 al mondo è stata quella di imparare a sparare, in modo da arrivare preparato per il conflitto. "In pochi giorni [dall'inizio della guerra], io e i miei amati ucraini abbiamo completamente distrutto il mondo dell'informazione e nessuno in nessun paese libero aveva dubbi sulla verità e su chi fosse l'aggressore.

A quel punto, avevo già iniziato a praticare il tiro e sono stato molto fortunato che un ex soldato professionista mi abbia insegnato per 5-7 giorni", ha scritto Dolgopolov sui propri profili social. Alexandr Dolgopolov non è partito da solo per l’Ucraina.

Sempre tramite il proprio profilo social, l’ex tennista ucraino ha svelato che è partito con altri ragazzi, che voleva raggiungere la terra ucraina dagli Stati Uniti d’America. Partendo, quindi, dalla Turchia, sono arrivati in Polonia, passando per la Croazia, per poi arrivare, infine, a Kiev.

"Mentre mi allenavo, stavo organizzando la via del ritorno, quindi una volta che ho trovato pochi ragazzi che stavano pianificando di andare in Ucraina dagli Stati Uniti, e una volta pronti, abbiamo iniziato il nostro viaggio", ha detto Dolgopolov.

"Ho preso dei giubbotti antiproiettile per noi e il nostro esercito, sono volato a Zagabria, ho comprato tutto ciò di cui avevamo bisogno, più alcuni monocoli termici e cose diverse, e ho guidato attraverso l'Europa, sono entrato in Ucraina dalla Polonia e, alla fine, sono a Kiev ."

Il ringraziamento a Stakhovsky

Alexandr Dolgopolov ha concluso il proprio massaggiando ringraziando tutti i cittadini che hanno combattuto nei primi giorni del conflitto.

Non solo normali cittadini, ma anche un grazie ai personaggi famosi che hanno deciso di scendere in campo: tra questi Sergiy Stakhovsky, altro ex tennista ucraino partito per combattere la guerra. "Questa è la mia casa e la difenderemo!

Con tutte le persone che sono rimaste! Un grande ringraziamento e rispetto a tutti i nostri personaggi famosi sul campo. Tanto rispetto e sono orgoglioso di quanto sia unito il paese sotto tale pressione da un pazzo dittatore.

La verità è dietro di noi e questa è la nostra terra! Rimarrò a Kiev fino alla nostra vittoria e dopo. Slava Ucraina!!", così ha concluso il proprio messaggio Dolgopolov.