Obiettivo Coppa Davis: Fognini e Bolelli tornano a fare coppia fissa



by   |  LETTURE 6816

Obiettivo Coppa Davis: Fognini e Bolelli tornano a fare coppia fissa

Arginare il problema-doppio con la coppia formata da Fabio Fognini e Simone Bolelli? Il piano sembrerebbe questo. Filippo Volandri a cavallo tra Torino e Bratislava ha tentato di testare Jannik Sinner e di far rotare – in ordine – Matteo Berrettini e appunto i due ‘chicci’ del tennis italiano, quanto meno per dare senso al progetto-gioventù avviato con il divorzio Barazzutti-Italia.

Tre sconfitte, come da protocollo, contro tre coppie semplicisticamente più forti e meglio amalgamate. ‘Fogna’ e ‘Bole’ si sono ritrovati a inizio stagione con risultati eccellenti: la mancanza del taggiasco nella trasferta in Slovacchia è stata più che altro dettata da un problema di carattere fisico.

Insomma: finale a Sydney, quarti di finale agli Australian Open (dove avevano vinto nel 2016, coronando lo stesso anno con l’accesso al masterone) e successo nel ‘500’ di Rio, con Fognini capace di issarsi addirittura in semifinale nel tabellone di singolare.

La notizia è che durante la trasferta nordamericana, che anticiperà la stagione sul rosso, i due ritorneranno a fare coppia fissa in pianta stabile (almeno) fino a fine anno. A dirlo papà Fulvio. “Dopo qualche stagione di pausa, da IW in poi i 'chicchi' ritornaneranno on fire e giocheranno tutto l’anno insieme… Che bella notizia” ha scritto su Instagram, con tanto di foto dei due.

Fognini e Bolelli arma in più le Finals di Davis?

Il bilancio? Di sei vittorie e quattro sconfitte in Coppa Davis, con quattro affermazioni nel circuito maggiore (coronate appunto dal sogno Slam), sei finali perse e una marea di piazzamenti.

Se è vero che il format canonico ha dato meno importanza al doppio – anche se il passo falso di Lorenzo Sonego ha rischiato di complicare i piani di capitan Volandri – è anche vero che il sistema Finals si è rivelato più spietato.

Il match decisivo, manco a dirlo, assegna sostanzialmente il 33% del bottino durante ogni sfida. Fognini e Bolelli sembrerebbero quindi i due principali indiziati per dare sicurezza a Matteo Berrettini e Jannik Sinner: in linea del tutto teorica, e a bocce completamente ferme, la nazionale azzurra andrebbe a occupare così uno degli spot di maggiore rilievo nella lotta all'insalatiera. Photo Credit: Getty Images