Lorenzo Musetti archivia il 2021: “Ho affrontato emozioni che non avevo mai provato”



by   |  LETTURE 2032

Lorenzo Musetti archivia il 2021: “Ho affrontato emozioni che non avevo mai provato”

Tante esperienze, una prosecuzione del periodo di crescita che sta affrontando in questi primi anni di attività agonistica nel circuito maggiore Atp e diverse (meritate) soddisfazioni nel corso della stagione. Seppur qualche importante e consistente incidente di percorso, il 2021 di Lorenzo Musetti non può che essere stato positivo e avere un buon bilancio, probabilmente a livello delle aspettative della vigilia.

Il tennista italiano, ad appena 19 anni di età, ha dimostrato di poter essere un giovane di grandi prospettive, che deve soprattutto migliorare la continuità fra un torneo e l’altro. Gli ottimi risultati raggiunti sono stati diversi: dalle grandissime prestazioni di Acapulco e Lione, dove si è spinto fino alle semifinali, all’indimenticabile partita con il numero uno Novak Djokovic al Roland Garros, sia per i primi due set strappati con maestria e solidità al tie-break che per aver poi esaurito il serbatoio delle energie e non aver nemmeno terminato la gara.

L’azzurro ha conquistato la top 60 nel ranking mondiale, un dato su cui potrà solo ripartire per andare ancora oltre, ed è riuscito a partecipare alle Next Gen Atp Finals di Milano, avendo la possibilità di lottare con tennisti della sua stessa generazione.

Il messaggio di fine annata

La parte finale di stagione è stata molto penalizzante per il toscano, per via di una condizione mentale negativa, causata dalle tante sconfitte consecutive ai primi turni delle competizioni e dell’interruzione della relazione con la sua ragazza.

Una situazione che lo ha spinto a consultarsi con uno psicologo per uscire da una profonda ‘crisi’ e ripartire. Musetti ha condiviso sui propri canali social un messaggio per archiviare in maniera definitiva il 2021: “Si chiude un anno pieno di prime esperienze e di prime volte, che mi ha fatto crescere sia come uomo sia come atleta, affrontando emozioni che non avevo mai provato.

Voglio ringraziare il mio team, la mia famiglia e i miei sponsor per credere in me ogni giorno. Ci rivediamo presto” ha dichiarato l’atleta nativo di Carrara.