Daniil Medvedev 'costruisce' il tennista ideale



by   |  LETTURE 2102

Daniil Medvedev 'costruisce' il tennista ideale

Daniil Medvedev ha vinto il suo primo Major agli US Open ponendo fine al sogno Grande Slam di Novak Djokovic in finale. Il tennista russo aveva già sfiorato l’obiettivo a New York nel 2019, quando riuscì a rimontare due set di svantaggio a Rafael Nadal ma non ad aggiudicarsi l’ultimo e decisivo parziale.

Il numero due del mondo è ormai uno dei migliori giocatori sul cemento e sarà difficile per tutti batterlo su questa superficie. Medvedev ha deciso chiudere l’anno in Coppa Davis, dove è a un passo dalla finale con la sua Russia.

Medvedev 'costruisce' il tennista ideale

"A dire il vero oggi non ho servito come avrei voluto. 9 doppi falli in un 6-4 6-4 sono davvero tanti. Ogni volta che scendo in campo cerco di dare il mio meglio. E’ vero, ho vinto tutti i set che ho giocato, anche se qualcuno non è stato facile da portare a casa.

Quello che cerco di fare è vincere il match, se mi sento abbastanza in fiducia provo a dare il meglio di me. In generale più vai avanti nei tornei, più incontri avversari forti, più devi dare il meglio di te.

E ogni volta cerco sempre di migliorarmi e di fare più strada possibile.Giocare dopo 3 giorni è stato molto difficile, non capita mai una cosa del genere nei tornei durante l’anno. Credo questo sia stato il problema più grande.

Certo, in generale, se il servizio funziona mi sento più fiducioso e non ho grossi problemi. Comunque su quest’aspetto lavorerò di più e proverò già da domani a fare meglio di quanto fatto oggi" , ha spiegato il russo in conferenza stampa al termine della vittoria contro la Svezia.

Proprio tramite il sito ufficiale della Coppa Davis, Medvedev ha costruito il giocatore ideale scegliendo tra gli atleti presenti nella più famosa competizione a squadre.

  • Servizio: Reilly Opelka
  • Dritto: Andrey Rublev
  • Rovescio: Novak Djokovic
  • Mentalità: Novak Djokovic
  • Doti atletiche: Novak Djokovic
  • Risposta: Novak Djokovic
  • Persona più divertente: Andrey Rublev