L’Italia dello sport piange la scomparsa del professor Parra



by   |  LETTURE 2292

L’Italia dello sport piange la scomparsa del professor Parra

L’Italia del tennis e dello sport in generale vive oggi una giornata di lutto per la scomparsa del professor Pier Francesco Parra. La notizia della sua dipartita è stata diffusa dalla Federtennis con cui il professore collaborava da tempo tanto da diventare un vero e proprio ‘totem’ per la Nazionale di Davis.

“Il tennis italiano ha perso il suo Harry Potter – scrive la Federtennis in una nota ufficiale − , insieme medico, tifoso, amico, tutore di tanti atleti ai quali, negli anni, in tanti anni, e in tanti sport diversi, grazie ai suoi macchinari magici, ha restituito in pochi minuti il sorriso curando traumi, edemi, lesioni legamento e muscolari, e anche microfratture.

Ora il suo cuore ha ceduto e lascia un grande vuoto” .

Addio al “Dottor laser”, pioniere del laser all’argon

Al nome del professor Parra viene associata sopra ogni cosa la sua spiccata inventiva – dimostrata sin da bambino − che, unita a una profonda preparazione acquisita negli anni dell’università (si è laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Pisa col massimo dei voti), gli hanno permesso nel tempo di creare strumenti all’avanguardia nella cura dei suoi pazienti, per la maggior parte atleti provenienti da qualsiasi sport.

Da qui nacque l’appellativo di “Dottor laser” affibbiatogli per via dell’utilizzo del laser all’argon, laser medicinale con cui interveniva e curava le infiammazioni in brevissimo tempo. Nomignolo che a onor del vero non gli stava particolarmente simpatico ma che alla fine ha accettato di buon grado tanto da inserirlo nella sua autobiografia.

La carriera letteraria si affiancava a quella medica per il dottor Parra, che è stato autore di oltre 150 pubblicazioni su riviste italiane e non oltre che di due libri dal titolo “Laser ad Argon e Neodimio-YAG nella pratica clinica” e “Laser e Sport” .

A 64 anni, il professore lascia la moglie Chiara e tre figli, Vittoria, Giovanni ed Elisabetta. La Nazionale azzurra capitanata da Filippo Volandri lo omaggerà scendendo in campo con il lutto al braccio. La redazione di TennisWorldItalia tutta si stringe intorno alla sua famiglia, a cui porge le più sentite condoglianze per la grave perdita.