Il tennista Erik Crepaldi si risveglia dal coma dopo venti giorni: è fuori pericolo



by   |  LETTURE 6943

Il tennista Erik Crepaldi si risveglia dal coma dopo venti giorni: è fuori pericolo

Venti giorni in coma farmacologico, poi il tanto atteso risveglio. La storia aveva colpito tutto il mondo del tennis e non, lasciando in apprensione moltissimi italiani. Erik Crepaldi è finalmente fuori pericolo, dopo un brutto spavento avuto a Busonengo: il tennista professionista è rimasto coinvolto in un incidente stradale lo scorso giovedì 16 settembre, avendo la peggio nello scontro.

Trasferito all’ospedale Maggiore di Novara, ha passato circa una ventina di giorni con gli occhi chiusi prima di riprendere conoscenza, notizia che ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutti i cari. Ricoverato in prognosi riservata a causa di un trauma cranico, le sue condizioni sono sempre state sotto controllo dal personale medico nel corso delle tre settimane.

Per fortuna l’epilogo, seppur si sia fatto attendere, è stato dei migliori. A tenere in costante aggiornamento i numerosi interessati alla vicenda è stata la compagna Federica Prati: “Vi ringrazio perché sentire così tante persone vicine in un momento come questo fa solo bene.

È un lottatore e ce la farà” aveva dichiarato sul proprio profilo social.

Le attuali condizioni

Il numero 620 del ranking Atp sta ora bene: “Sono molto felice di comunicare a tutti voi che Erik si è svegliato!” lo ha comunicato la ragazza attraverso le sue Instagram stories.

“Non è più in terapia intensiva. Ha già cominciato a parlare e a interagire con noi, comunica bene e ricorda. Riesce a muovere sia le braccia che le gambe” ha ammesso. Il momento più nero è stato superato e si comincia a intravedere la luce in fondo al tunnel per il 31enne nativo di Vercelli: “Ora ci aspetta un gran lavoro di riabilitazione, ma sappiamo che lo affronterà nel migliore dei modi” ha aggiunto la fidanzata.

Messaggi anche di ringraziamento nella nota: “A tutti un grazie di cuore per tutto l’affetto dimostratoci in queste lunghe settimane” ha concluso Prati, anche lei nel circuito del tennis (Wta). Il prossimo ostacolo per l'atleta è ora il lungo periodo di riabilitazione, che gli permetterà di riprendersi fisicamente e tornare pian piano in forma. Photo credit: Fanpage.