Benoit Paire e la particolare ‘promessa’ alla Babolat



by   |  LETTURE 5913

Benoit Paire e la particolare ‘promessa’ alla Babolat

Il tennis è anche un gioco e, di conseguenza, in campo o sugli spalti ci si diverte. E questo sport è sempre stato ricco di personaggi particolarmente caldi che in partita sanno trasformarsi in veri e propri showman.

Basti pensare all’australiano Nick Kyrgios o, per restare in Italia, a Fabio Fognini. A loro si aggiunge il francese Benoit Paire, noto per il suo acceso temperamento. Il 32enne di Avignone, 18esimo della classifica ATP nel 2016 (miglior ranking), più e più volte ha alzato la tensione durante le sue partite e si è sfogato in diversi modi.

Il suo accanimento in particolare è avvenuto sulle racchette, frantumate dopo i suoi scatti di ira. Fuori dal contesto di gioco, però, Paire non perde occasione di mettere in mostra il suo senso dell’umorismo come testimonia il suo ultimo post sui social.

La visita alla Babolat e la ‘promessa’ di Paire

Giunto in visita agli stabilimenti della Babolat, nota azienda francese produttrice di attrezzature da tennis (ma non solo), Benoit Paire, che si serve delle sue racchette, ha postato una foto su Instagram la cui didascalia recita: “Dopo la pioggia arriva il bel tempo!

Vorrei mostrare la mia gratitudine a Babolat che mi sostiene fedelmente e a tutte le persone che lavorano quotidianamente affinché io possa giocare nelle migliori condizioni. Grande esperienza per me aver trascorso del tempo nella sede di Babolat, e aver contribuito a tutte le fasi di preparazione della mia attrezzatura" .

Poi la simpatica promessa: "PS: ho detto loro che avrei smesso di rompere le racchette” .

Paire in questo momento si trova in Bulgaria dove sta giocando sul cemento indoor dell’ATP 250 di Sofia.

L’avventura del francese è cominciata col piede giusto battendo il giovane spagnolo Davidovich Fokina 6-4; 7-5. L’avignonese si è detto particolarmente entusiasta del suo esordio nella capitale bulgara: “Sono felice della vittoria.

Non è stato facile. Alejandro è un giocatore molto bravo, quindi ho dovuto essere concentrato sul mio gioco. Ho dovuto servire bene e fare del mio meglio e questo è quello che ho fatto e sono molto felice e orgoglioso del mio gioco oggi.

Ho giocato bene nel primo game, è stato un bene per la mia fiducia. La cosa più importante è rimanere sul mio gioco e rimanere concentrato. Sono stato solido oggi, quindi sono molto felice” , ha concluso Paire.