Grave incidente a Busonengo: il tennista Erik Crepaldi in coma farmacologico



by   |  LETTURE 8489

Grave incidente a Busonengo: il tennista Erik Crepaldi in coma farmacologico

Erik Crepaldi è un tennista professionista di Vercelli, che purtroppo nella serata di giovedì 16 settembre è rimasto coinvolto in un brutto incidente stradale a Busonengo, in provincia proprio della sua città d’origine.

Un drammatico episodio di cronaca nel quale ad avere la peggio è stato il giocatore piemontese, soccorso subito dal 118 e trasferito all’ospedale Maggiore di Novara non appena i medici si sono resi conto del suo stato di salute.

Attualmente il 31enne vercellese è in coma farmacologico, in prognosi riservata. Secondo le prime indiscrezioni le sue condizioni sono gravi ma non sarebbe in pericolo di vita, anche se la situazione è attentamente monitorata dal personale sanitario della struttura per evitare ulteriori complicazioni.

La compagna parla della vicenda sui social

Crepaldi è molto conosciuto soprattutto a Vercelli: è un insegnante oltre a un tennista agonista, occupando attualmente la posizione numero 619 della classifica Atp, con un best ranking a 282.

Attraverso il suo profilo Instagram, la 25enne Federica Prati, compagna di vita di Erik, ha spiegato la vicenda in cui è rimasto vittima il suo ragazzo, raccontando quanti messaggi di affetto ha ricevuto in poche ore: “Ha avuto un incidente e adesso si trova all’ospedale di Novara con un trauma cranico.

Qualcuno mi ha chiesto se è solo un infortunio, ma purtroppo sta male. Mi avete scritto in tanti, non ho mai sentito così tante persone tutte insieme. Lui ha portato tutti voi qui da me” ha dichiarato. Poi ha proseguito: “Vi ringrazio tanto perché sentire così tante persone vicine in un momento come questo fa solo bene.

Erik è sempre stato un lottatore e tutti gli vogliono bene, solo guardandolo si può vedere quanta energia ha e anche questa volta ce la farà: anche questa volta da 5-0 sotto al terzo set tirerà su la partita.

Dobbiamo aiutarlo, sostenendolo. Bisogna continuare a pregare, mandategli pensieri positivi e sono convinta che ce la farà” ha aggiunto la tennista numero 888 della graduatoria Wta. “Sono arrivati tanti messaggi chiedendo cos’ha: se io sapessi le sue reali condizioni ve lo direi, ma non le sanno nemmeno i medici.

Bisogna restare positivi: salviamolo, salviamolo. Erik serve a questo mondo, non ci può essere un mondo senza di lui” ha concluso. Photo credit: Fanpage.