Anche Azarenka e Kerber non parteciperanno alle Olimpiadi di Tokyo



by   |  LETTURE 2164

Anche Azarenka e Kerber non parteciperanno alle Olimpiadi di Tokyo

Continuano ad arrivare notizie negative in vista delle Olimpiadi di Tokyo. Nel torneo maschile non parteciperanno all’evento tennisti del calibro di Roger Federer, Rafael Nadal, Dominic Thiem, Nick Kyrgios e Jannik Sinner; mentre non sono ancora chiare le intenzioni di Novak Djokovic, che dopo aver vinto Wimbledon ha messo in dubbio la sua presenza.

Importanti rinunce sono arrivate nelle ultime ore anche per quanto riguarda il circuito femminile, già costretto a fare a meno di Serena Williams. Altre due campionesse ed icone hanno infatti annunciato che non parteciperanno alle Olimpiadi.

Si tratta di Victoria Azarenka e Angelique Kerber.

Anche Azarenka e Kerber rinunciano alle Olimpiadi

La bielorussa, che ha conquistato una medaglia di bronzo nel singolare e una medaglia d’oro nel doppio misto a Londra 2012, ha deciso di non volare verso Tokyo a causa della pandemia e delle restrizioni stabilite dagli organizzatori.

“Vorrei informare tutti che ho preso la difficile decisione di non giocare alle Olimpiadi di Tokyo. Ho molti splendidi ricordi della medaglia d’oro e dell’onore di rappresentare la Bielorussia, ma con tutte le sfide che stiamo affrontando in relazione alla pandemia, so nel mio cuore che questa è la decisione giusta per me e per il mio team.

Tornerò a Parigi, nel 2024, per vestire i colori della Bielorussia” , ha scritto Azarenka in una storia pubblicata sul proprio account Instagram. La tennista tedesca, che ha invece vinto la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio 2016, ha spiegato che nelle prossime settimane cercherà di recuperare al 100% dal punto di vista fisico considerando gli ultimi intensi impegni.

“Il pensiero di partecipare alle Olimpiadi è sempre stato costante negli ultimi mesi per credere nei miei obiettivi. Rappresentare la Germania a Londra 2012 e a Rio 2016 è uno dei ricordi più belli della mia carriera.

Questo ha reso molto difficile il dover accettare che il mio corpo ha bisogno di riposo dopo settimane intense e che ho bisogno di recuperare al meglio per tornare a giocare nei prossimi tornei più avanti quest’estate.

Grazie per il supporto, è stata una decisione molto difficile per me. Un grande in bocca al lupo a tutti gli atleti della Germania impegnati a Tokyo" .