Carla Suarez Navarro torna ad allenarsi, l'incubo è finito



by   |  LETTURE 1867

Carla Suarez Navarro torna ad allenarsi, l'incubo è finito

Ottime notizie arrivano dalla tennista spagnola, ex numero 6 al mondo Carla Suárez Navarro che cha condiviso sul proprio profilo Twitter la notizia di aver ripreso gli allenamenti in modo sempre più deciso. La giocatrice delle Canarie sta trascorrendo questi giorni a Barcellona, ​​preparandosi e festeggiando la sua guarigione dalla malattia.

Speriamo di vederla gareggiare molto presto, anche se sappiamo che i tempi non le daranno il margine per raggiungere il tour sulla terra battuta. Forse potremmo assistere al suo rientro in estate.

A settembre dell’anno scorso, Carla Suarez Navarro ha annunciato sui social di aver scoperto di avere un linfoma di Hodgkin, ovvero un tumore del sistema linfatico.

La spagnola aveva fastidi allo stomaco, dolori e febbre e la scorsa estate ha deciso di sottoporsi a degli esami, convinta di aver contratto il Covid. Purtroppo, si trattava di una forma di tumore, che la spagnola ha fortunatamente sconfitto.

A dicembre, in piena chemioterapia, aveva scambiato qualche palleggio con Sara Errani sentendo di essere ancora in grado di giocare. E in un'intervista alla radio della Bbc aveva spiegato: «Non voglio essere ricordata in un letto d'ospedale, mi piacerebbe partecipare di nuovo a un grande torneo.

Sarebbe un sogno un'Olimpiade per salutare la mia famiglia del tennis e tutti i miei fan...». A gennaio ha concluso la chemioterapia. Carla Suarez Navarro adesso è potuta tornare sui campi da tennis, riprendendo gli allenamenti.

Nei giorni scorsi la tennista spagnola ha postato dei video in palestra, mentre oggi ha pubblicato su Instagram una foto dal campo di gioco. “Sono felicissima di allenarmi di nuovo! Vi ringrazio per tutto l’amore che mi avete inviato”, ha scritto sui social e adesso tutti insieme a lei sognano di poterla vedere alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Suárez Navarro è una delle poche tenniste a utilizzare il rovescio a una mano. Ha ottenuto i migliori risultati della sua carriera sulla terra rossa, sia in singolare che in doppio. Aveva deciso di ritirarsi a fine 2020.

La patologia riscontrata dagli esami a cui si è sottoposta, il linfoma di Hodgkin, è la stessa che ha combattuto, e sconfitto, l’ex numero uno d’Italia Francesca Schiavone.