Tennista croata mette in vendita parti del corpo per spazi pubblicitari



by   |  LETTURE 4669

Tennista croata mette in vendita parti del corpo per spazi pubblicitari

Jessica Pegula non è l'unica tennista ad investire nelle criptovalute. Anche se l'americana si è definita la prima atleta donna ad unirsi al mercato NFT (non-fungible token, certificati “di proprietà” su opere digital), sembra che la croata Oleksandra Oliynykova si sia cimentata nel mondo delle criptovalute un paio di settimane prima.

La numero 778 del mondo ha fatto qualcosa di eccentrico: ha venduto una parate di pelle di 15 cm x 8 cm sopra il gomito destro per 3 ETH (Ethereum) , che al momento vale più di 6mila dollari. La 20enne croata ha unito il suo amore per le criptovalute e i tatuaggi, vendendo all'asta un punto del suo corpo come segno non fungibile.

L'idea è che il proprietario lo veda come un investimento, sperando che la carriera di Oliynykova decolli e che l'area sulla sua pelle valga molto di più in futuro. Nella sua pagina di vendita, Oliynykova ha spiegato che il proprietario può posizionare un oggetto d'arte sotto forma di un tatuaggio o di body art sul suo braccio, lasciarlo vuoto o rivenderlo a un prezzo più alto.

Inoltre, ha sottolineato che questo era l'unico posto sul suo corpo che avrebbe offerto come NFT e il proprietario sarebbe diventato parte della storia dello sport poiché nessun altro atleta professionista aveva offerto un tatuaggio NFT prima.

Se il proprietario sceglie di mettere un tatuaggio sul braccio di Oliynykova, ci sono solo alcune restrizioni di base, ad esempio non dovrebbe contenere nulla relativo al gioco d'azzardo, alle scommesse, ecc.
Immaginate un tatuaggio con un marchio di moda tatuato nel braccio di un tennista che gioca i tornei dello Slam e che quindi sarebbe visibile ogni volta che alza il braccio per servire o mentre si muove: sarebbe in primo piano in tutti i tornei a cui il tennista prenderebbe parte e potrebbe essere l'inizio di una tendenza globale negli sport per giocatori individuali.

Gli NFT non sono una novità nell'arena sportiva.

Alcuni dei più riusciti sono stati lanciati dalla National Basketball League tramite un sito per collezionisti chiamato NBA Top Shot. Ad oggi, i collezionisti hanno speso 330 milioni di dollari per clip di 10-15 secondi dai giochi su Top Shot; un momento saliente del gioco ufficiale da parte di un fuoriclasse può arrivare fino a $ 200.000.

E la scorsa settimana, la star della National Football League Rob Gronkowski ha coniato una raccolta di NFT del Super Bowl .