Iga Swiatek commenta la sconfitta contro Konjuh e fissa i prossimi obiettivi



by   |  LETTURE 3812

Iga Swiatek commenta la sconfitta contro Konjuh e fissa i prossimi obiettivi

La tennista polacca Iga Swiatek è apparsa davanti ai media in conferenza stampa per analizzare le sue sensazioni dopo la sconfitta subita contro la croata Ana Konjuh, nel match di terzo turno del Miami Open 2021. Ha iniziato il match come grande favorita per vincere la partita, ma Ana Konjuh è stata superiore nei momenti più importanti della partita: "Sapevo della difficoltà della partita e la verità è che Ana è ha meritato di vincere.

Come ho letto nella sua intervista post partita su twitter, ha giocato molto offensiva e non voleva che giocassi con il dritto. Indubbiamente la tattica eseguita si è rivelata vincente. Ha giocato in modo molto aggressivo e tutte le palle le sono entrate.

Vero è che stavo aspettando i suoi errori e quelli sono arrivati ​​nel secondo set. Pensavo che nel terzo set avrei potuto avere delle opzioni, ma lei è stata molto concreta ed ha dimostrato di meritare la vittoria.

Sono un po' arrabbiata per il livello che ho espresso con la seconda di servizio. Ho dato l'opportunità alla mia avversaria di attaccarmi" Swiatek ha fatto il punto sui primi tre mesi di competizione, dove ha tirato fuori molti aspetti positivi e pochissimi negativi: "L'unico torneo di cui non sono soddisfatto è stato il WTA Melbourne I, quindi penso davvero che sia stato un ottimo inizio di stagione.

Sono riuscita a raggiungere il quarto round dell'Australian Open e vincere il mio secondo titolo come tennista professionista. Quindi è fantastico, sono davvero felice. Le partite che ho perso sono state contro avversarie superiori e hanno meritato la vittoria.

L'importante è che sto bene, sia motivata e desiderosa di dare il massimo per il tour sulla terra battuta. Per me sarà la parte più importante della stagione. Ora avrò giorni liberi per prepararmi "

Obiettivo tornei su terra battuta

Infine, Iga Swiatek ha confessato quanto la renda felice giocare sulla terra battuta: "In termini di allenamento, la terra è più complicata. Mi sento a mio agio e amo giocare sulla terra battuta.

Sento che le mie articolazioni non sono così stanche dopo il tour sul cemento. Per me va molto bene. Non vedo l'ora che arrivi di nuovo il mio momento sulla terra battuta. La partenza in terra battuta dello scorso anno non è stata buona per me, perché ho perso al primo turno a Roma.

Poi tutto si è conclusa nel migliore dei modi, vincendo il Roland Garros. Mi godrò ogni partita e ogni torneo", ha concluso.