Nuova operazione per Del Potro: ecco i dettagli



by   |  LETTURE 3643

Nuova operazione per Del Potro: ecco i dettagli

Nuova operazione per Juan Martin del Potro. Un nuovo capitolo di un calvario, quello del campione argentino, che prosegue da quasi dieci anni, durante i quali non sono mancati alcuni acuti importanti, ma senza la continuità che tutti gli appassionati di tennis vorrebbero.

Perché la grandezza di Delpo è stata sempre quella di saper farsi amare dai tifosi, dai suoi colleghi, dagli addetti ai lavori. Grazie al suo tennis esplosivo, il suo cuore immenso e la sua dolcezza che lo rende uno sportivo umile e molto apprezzato sia dentro che fuori dal campo.

Le ultime notizie sul suo stato di salute risalivano addirittura all’estate del 2020, quando era stato sottoposto a un intervento molto delicato a Lugano, eppure, come ammesso dallo stesso argentino, sarà necessaria una nuova operazione, sempre al ginocchio, per permettergli un più probabile rientro nel circuito.

L’obiettivo è uno solo: i giochi olimpici di Tokyo 2021, un appuntamento a cui la Torre di Tandil non vuole assolutamente mancare. Come detto, nelle ultime ore Delpo ha annunciato sui propri canali social l’imminente operazione, sottolineando come questo nuovo problema si aggiunga a una serie di vicissitudini molto negative, quali la scomparsa del padre, che lo hanno accompagnato negli ultimi mesi.

Del Potro verrà operato a Chicago dal dottor Jorge Chahla, uno dei migliori chirurghi ortopedici al mondo che lavora per le squadre più prestigiose della città, come ad esempio i Chicago Bulls, i Chicago Fire e i Chicago White Sox, rispettivamente impegnate nei campionati di basket, calcio e baseball americani.

Con calma, parsimonia, una sana dose di fatalismo e perfino un sorriso, Juan Martín ha annunciato il nuovo ingresso in sala operatoria con un messaggio molto intenso e dettagliato: "Volevo cogliere l'occasione per salutarvi e raccontarvi alcune cose.

Sono a Chicago; parlo con il dottor Chahla da molti mesi. Domani mi sottoporrò ad un altro intervento al ginocchio: ne abbiamo provati tanti conservativi e alternativi trattamenti e non abbiamo avuto buoni risultati, quindi riteniamo che l'opzione migliore sia la chirurgia.

Conoscete la mia voglia di giocare di nuovo a tennis, di essere alle Olimpiadi. Abbiamo deciso di farlo al più presto, è meglio così. Non sono state settimane facili: da quando è morto mio padre, tutto è stato più complicato.

Un giorno mi sono alzato, ho chiamato il dottore e gli ho detto che ci proveremo. Ho sentito la forza che mi ha mandato dall'alto per non abbassare le braccia (…) Domani tutta la forza e l'energia che mi manderete saranno ben accolte, mi aiuteranno molto a passare oltre questo nuovo ostacolo sulla mia strada e vi ringrazio dal profondo del cuore.

Vi mando un abbraccio e prendetevi cura di voi"

La speranza è l'ultima a morire, lo sa bene Delpo

Tre operazioni al polso sinistra, una al posto destro, quattro (compresa quest’ultima) al ginocchio.

La carriera di del Potro si commenta da sola, eppure siamo tutti convinti che la stella del campione argentino non è destinata ad affievolirsi in fretta. Magari servirà ancora del tempo, ma con un po' di fortuna la sua Argentina potrà essere degnamente rappresentata dal suo grande campione a Tokyo.